Fuochi e incendio alla festa di San Rocco, archiviata indagine sul sindaco Marchese

Il primo cittadino, attraverso il suo legale, ha illustrato con una relazione tecnica di aver preso tutte le accortezze del caso, a tutela dell'incolumità pubblica e del rispetto dei luoghi

Incendio durante i festeggiamenti di San Rocco a Siano, la procura di Nocera Inferiore archivia l'indagine sul sindaco Giorgio Marchese, accusato insieme ad un fuochista di Sarno di incendio colposo per quanto accaduto il 17 agosto del 2017. Durante il "Palio dei Fuochi", evento che rientra nei festeggiamenti per il giorno del santo patrono, parte della vegetazione su di una collina - poi scoperto essere della sterpaglia - fu interessata da un incendio causato dall'esplosione di alcuni fuochi pirotecnici. 

"Ho agito con onestà e correttezza"

Difeso dal legale Maurizio Mastrogiovanni, il primo cittadino ha illustrato, attraverso una relazione tecnica, di aver preso tutte le accortezze del caso, a tutela dell'incolumità pubblica e del rispetto dei luoghi. Come riconosciuto dalla stessa procura di Nocera Inferiore, con la tesi poi avallata dal gip: "Gli organi Competenti hanno predisposto misure di intervento e di prevenzione ben più efficienti rispetto a quelle previste". Visibilmente soddisfatto il sindaco Marchese, che con un messaggio diffuso attraverso il suo profilo Facebook, ha tenuto ulteriormente a precisare: "La chiusura del fascicolo sancisce definitivamente l'assenza di reato. Ora che anche i giudici hanno riconosciuto l’onestà, la correttezza e la legittimità dell'azione di questa Amministrazione che mi onoro di guidare, mi corre l’obbligo di condividere con voi questa decisione perché ho sempre agito per il bene di Siano. Ringrazio chi, in questa difficile parentesi del mio percorso da primo cittadino, mi ha supportato sia sul piano tecnico-giuridico che sul piano umano. Peccato per chi ha provato a gettare fango sulla mia persona e sull’operato dell’Amministrazione, denunciando e speculando su un evento di rilevanza nazionale che porta lustro alla nostra comunità. Il tempo è galantuomo e la verità trionfa sempre. Intanto noi continueremo a difendere le tradizioni della nostra Siano!". L'inchiesta era stata aperta dopo la denuncia sporta da alcuni testimoni, con il lavoro affidato al Corpo forestale di Sarno. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento