menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Sosta selvaggia a Salerno, arriva lo "Street control": guerra alla doppia fila

L'amministrazione comunale ha dato il via libera all'istallazione di diverse webcam sulle auto della polizia municipale che consentiranno di fare multe in tempo reale agli automobilisti indisciplinati

Foto archivio

Si inaspriscono i controlli della polizia municipale contro i “furbetti” della doppia fila. Già perché l’amministrazione comunale di Salerno – come riporta Il Mattino – ha dato il via libera alla fase di sperimentazione dello Street control con telecamera mobile posizionata sulle pattuglie dei vigili urbani. Insomma, arriva la svolta hi-tech per porre un freno alla escalation di soste indisciplinate in stalli per disabili, nei pressi delle discese dei marciapiedi, delle fermate degli autobus e lungo le strade del centro cittadino preferite per la classica fermata al bar. 

Il nuovo sistema di rilevamento delle infrazioni prevede l’ausilio di una mini webcam che, oltre a scattare le foto delle auto in divieto di sosta, potrà in tempi rapidi fare controlli anagrafici dei guidatori dei veicoli con l’obiettivo di rendere più fluido il traffico in città e contrastare i transiti fuorilegge. Tutto ciò, ovviamente aumenterà anche il numero delle multe che già nel corso del 2015 hanno fatto segnare un incremento di 9 mila verbali rispetto al 2014. 
 

Potrebbe interessarti

Commenti (1)

  • E' giusto che si ponga fine al parcheggio selvaggio, adottato dai cittadini salernitani anche per prendere il caffé al bar di proprio gradimento, e si consenta a chi ha necessità di muoversi in auto di farlo con ogni libertà e disinvoltura. Ma si controllino anche quelle stradine, che - pur regolarmente aperte al traffico - sono diventate ricettacolo di buste di immondizia e parcheggio privato delle famiglie che vi abitano (mi riferisco in particolare alla Traversa Raffaele Capone, che collega via Guglielmo da Ravenna con Via S:Alferio in pieno Centro storico).

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Stupro sulla spiaggia di Santa Teresa, parla la vittima: "Volevo solo che finissero presto"

  • Cronaca

    Donna muore durante un matrimonio: sospesa la campagna elettorale

  • Sport

    24-05-1999: il giorno del dolore che Salerno non dimenticherà mai

  • Cronaca

    Tutti pazzi per l'arepa, spunta un angolo di Venezuela in via Mercanti

Torna su