Sapri, fuga tra i binari: due giovani arrestati per droga

Scesi da un regionale proveniente da Napoli, alla vista dei carabinieri sono fuggiti tra i binari della stazione di Sapri: fermati, avevano oltre 40 grammi di droga

La stazione di Sapri

Tornavano a Sapri con droga destinata allo spaccio ma sono stati tratti in arresto dai carabinieri: N. B. 22 anni e F. C. 21 anni, sapresi, sono scesi questa mattina dal treno regionale proveniente da Napoli ma, alla vista dei carabinieri, si sono dati alla fuga. Ne è nato quindi un inseguimento tra i binari dello scalo ferroviario, tra i turisti che assistevano allibiti alla scena. Alla fine i due stati acciuffati dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Sapri, agli ordini del maresciallo Giuseppe Forte e del capitano Emanuele Tamorri. Nelle disponibilità dei due giovani 40 grammi di eroina suddivisi in otto capsule e hashish. Già noti alle forze dell'ordine, sono stati tratti in arresto e posti ai domiciliari con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

 

 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Campagna non fa sconti: “No alle Fonderie”

    • Cronaca

      Scippo nella zona orientale: donna scaraventata a terra, si indaga

    • Cronaca

      Battipaglia, picchia l'ex moglie e tenta di rubarle la cucina: arrestato

    • Cronaca

      Ultras fa rima con solidarietà: curva Sud in campo per Francesco Pio

    I più letti della settimana

    • Spaccio e rapine, sgominate 5 bande criminali: arrestati i "signori della droga"

    • Apre un nuovo McDonald’s a Salerno, al via la selezione di 30 persone

    • Far west ad Eboli: spuntano mazze di ferro e coltelli davanti alle bancarelle

    • Via Posidonia, precipita dal 5° piano: 42enne morto sul colpo

    • Vietri sul Mare, scomparso nel nulla il violinista Mimmo Giordano

    • Colpito dalla scarica elettrica di un impianto Enel: giovane muore sulla Lungoirno

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento