Accetta le trasfusioni di sangue per vivere, le figlie la ripudiano: la storia di Grazia Di Nicola

La vicenda, rimbalzata su varie testate nazionali, è ambientata a Colliano: dopo aver accettato le trasfusioni, Grazia è stata espulsa dai Testimoni di Geova e ripudiata dalle figlie

Una storia drammatica, quella che vede protagonista Grazia Di Nicola, 48enne di Colliano: le sue figlie l’hanno ripudiata perché, per salvare la sua vita, si è sottoposta ad alcune trasfusioni di sangue, così come i medici le avevano raccomandato. Tale azione, infatti, è risultata trasgressiva rispetto alle regole dei Testimoni di Geova. Le figlie si sono allontanate da casa dopo che la donna ha accettato le trasfusioni per affrontare un intervento chirurgico.

L'appello

Quando il suo quadro clinico peggiorò e rischiava di perdere la vita, Grazia accettò le trasfusioni inizialmente rifiutate, subendo l’espulsione dai Testimoni di Geova, poi l’allontanamento delle tre figlie, osservanti del credo. La donna, insieme al  marito e al figlio più piccolo, hanno rivolto, dunque, l'appello alle giovani, tutte maggiorenni, affinchè diano notizie di loro. La vicenda della famiglia di Colliano è rimbalzata su varie testate nazionali.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Dramma allo stadio Arechi, durante la partita: tifoso cade nel fossato

  • "Ecco perchè picchiavo mia moglie": il racconto-choc di un salernitano alla Rai

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento