Tartaruga morta a Sapri: aveva sette filtri nello stomaco

a conferma arriva dal Centro Ricerche tartarughe marine della Campania che ha eseguito un’autopsia sulla carcassa della tartaruga

Foto archivio

La tartaruga caretta caretta morta a Sapri aveva ingerito 7 dischetti rinvenuti la scorsa primavera, probabilmente associabili a quelli dell’impianto di depurazione di Varolato, a Capaccio Paestum. La conferma arriva dal Centro Ricerche tartarughe marine della Campania che ha eseguito un’autopsia sulla carcassa della tartaruga.

La ricostruzione

Il personale della Guardia Costiera accertò l'avvenuta fuoriuscita dei filtri che, a causa di un cedimento strutturale di una vasca dell'impianto, si riversarono nel fiume Sele per poi confluire nel Mar Tirreno, dove per effetto delle correnti si sono distribuiti lungo le coste della Campania e del Lazio. Furono rinvenuti tantissimi filtri, chiamati anche dischetti., intervenne anche la magistratura. 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapina al tabacchi di via Conforti: ferito il titolare

  • Cronaca

    Corruzione a Salerno: arrestati il direttore dell'Agenzia delle Entrate, l'imprenditore La Marca e un ex affiliato al clan Maiale

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla Cilentana: camion contro furgone tra Agropoli e Prignano

  • Cronaca

    Vallo della Lucania, fiamme in casa: corrono i vigili del fuoco

I più letti della settimana

  • Ora legale: lancette in avanti, ecco quando

  • Botti al matrimonio, cavallo del carro funebre si spaventa e muore

  • Violenza davanti a un locale: 3 buttafuori contro un cliente

  • Pestaggio davanti al locale, parla la vittima: "Denuncerò i buttafuori"

  • Pronuncia formule incomprensibili "contro" un bar e va via: perplessità in via Memoli

  • Neonata salernitana muore al Santobono, madre condannata per omicidio

Torna su
SalernoToday è in caricamento