Tassa di soggiorno, 19 strutture turistiche irregolari: prime multe a Camerota

La Polizia Locale è andata a far visita ad alcune strutture turistico ricettive del territorio per verificare il corretto versamento dell’imposta di soggiorno, la registrazione al portale PayTourist, l’inserimento dei dati e la registrazione degli ospiti

La Polizia Municipale di Camerota, agli ordini del sovrintendente Giovanni Cammarano, è andata a far visita ad alcune strutture turistico ricettive del territorio per verificare il corretto versamento dell’imposta di soggiorno, la registrazione al portale PayTourist, l’inserimento dei dati e la registrazione degli ospiti.

Il blitz

L’operazione è partita su disposizione del sindaco Mario Salvatore Scarpitta, affiancato dal delegato al Turismo Domingo Ciccarino e dal delegato alla Polizia Municipale Manfredo D'Alessandro. I caschi bianchi hanno scoperto 19 appartamenti che non avevano mai effettuato la registrazione sul portale PayTourist, il sistema utilizzato dal Comune di Camerota per il pagamento e il controllo della tassa di soggiorno. In due strutture ricettive un po’ più grandi, inoltre, è stato riscontrato che il numero degli iscritti sul portale era inferiore al numero di persone che, al momento della visita dei vigili, alloggiava realmente al suo interno. Sono state elevate tre sanzioni. I controlli proseguiranno, a campione, anche nei prossimi giorni.struttur

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento