Prova ad uccidere il padre disabile con una roncola: arrestato 28enne a Teggiano

A dare l’allarme è stata la sorella che ha allertato il 112 riferendo che il fratello era armato ed in stato di alterazione psicofisica. Tempestivo l'intervento dei carabinieri

Momenti di tensione, ieri sera, a Teggiano, dove un pregiudicato di 28 anni del posto è stato arrestato con le accuse di tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane ha cercato di uccidere, infatti, il padre disabile di 61 anni. A dare l’allarme è stata la sorella che ha allertato il 112 riferendo che il fratello era armato ed in stato di alterazione psicofisica.  

La dinamica

Il 28enne, a seguito di un litigio scaturito per futili motivi con il proprio genitore, impugnando una roncola affilata, con lama di circa 45 cm, ha tentato di colpire al capo il padre, affetto da seria disabilità poiché gravemente ipovedente. Dopo aver immediatamente localizzato l’abitazione, sul posto è giunta un’ambulanza con due militari della Sezione Radiomobile della Compagnia di Sala Consilina, che sono riusciti a disarmare il giovane mettendo in salvo l’anziano, sua moglie e gli altri due figli. Nel corso della colluttazione per disarmare il giovane, un carabiniere ha riportato lievi lesioni alla mano sinistra. L’arma è stata sottoposta a sequestro e il ragazzo rinchiuso nel carcere di Potenza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Dramma allo stadio Arechi, durante la partita: tifoso cade nel fossato

  • "Ecco perchè picchiavo mia moglie": il racconto-choc di un salernitano alla Rai

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento