homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Sarno, tentata estorsione ai cantieri: due arresti

Due cittadini di Sarno, già noti alle forze dell'ordine, sono stati tratti in arresto dagli uomini della polizia di Stato su disposizione del giudice per le indagini preliminari di Salerno

Due cittadini di Sarno, già noti alle forze dell'ordine, sono stati tratti in arresto a Sarno dai poliziotti del locale commissariato e della questura di Salerno con l'accusa di tentata estorsione aggravata dalle modalità mafiose nei confronti di imprenditori edili che hanno cantieri aperti nella zona Lavorate di Sarno. A finire in manette E. V. 50 anni e G. B. A. 36 anni, su disposizione del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Salerno, che ha emesso il provvedimento su richiesta della DDA di Salerno.

I due avrebbero agito in diverse occasioni. Gli episodi contestati, riferisce la polizia, si riferiscono allo scorso mese di maggio, quando i due arrestati avevano iniziato a chiedere denaro agli imprenditori locali in nome dei "carcerati", minacciando gravi ritorsioni in caso di rifiuto. Le immediate indagini svolte dal personale della squadra mobile e del commissariato sarnese hanno consentito rapidamente di raccogliere chiari elementi di prova a carico degli indagati e di individuare una condotta ancora attiva e pericolosa nonché il tentativo di ricostruire un gruppo criminale nella zona.

La DDA, coordinata dal procuratore della Repubblica Franco Roberti, ritenendo corrette le risultanze investigative prodotte dal lavoro della polizia di Stato, ha tempestivamente richiesto la misura cautelare che altrettanto rapidamente è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari Donatella Mancini. Gli arresti consentono di stroncare sul nascere un progetto di ricostruzione della presenza della criminalità organizzata nella zona. Le indagini proseguono per l’individuazione di altri complici.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Fanno irruzione in casa di un barbiere e lo minacciano di morte: presi 2 trentenni

    • Cronaca

      Tragedia a Palinuro, individuato il corpo di Anzola: è a 40 metri di profondità

    • Cronaca

      "Fermi con le valigie", autista di autobus picchiato da 4 giovani turisti: fermati

    • Cronaca

      Panico a largo di Salerno, affonda un'imbarcazione: salvate tre persone

    I più letti della settimana

    • Cede la ringhiera del lungomare Trieste di Salerno: in tre cadono sugli scogli

    • Tre sub morti a Palinuro: rinvenuti i cadaveri in mare

    • Rientra l'allarme a Sant'Eustachio: fiamme sulla collina domate all'alba

    • Palinuro, si cerca il corpo del terzo sub: le prime ipotesi sull'accaduto

    • Prostituta uccisa, arrestato un muratore salernitano: è accusato di omicidio

    • Cade dalle scale e sbatte la testa: muore casalinga di 65 anni

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento