Tentano di rubare in una ditta a Salerno, poi l'inseguimento: arrestati 3 marocchini

I tre ladri, tutti residenti ad Eboli, hanno tentato di sfuggire alle manette aggredendo due carabinieri. Ora sono stati rinchiusi in carcere

Tre marocchini, Y.L., S.E. e Z.S., residenti ad Eboli, sono stati arrestati, la scorsa notte, mentre tentavano di mettere a segno un furto all’interno di una ditta situata nella zona industriale di Salerno.

L'inseguimento

I tre stranieri, tutti con precedenti, vistisi scoperti, si sono allontanati per raggiungere un complice che li attendeva a bordo di una autovettura, con targa straniera. Di qui è partito l’inseguimento con i carabinieri che, vista la situazione,  hanno dovuto chiedere il supporto di altre pattuglie, tra le quali quelle della Sezione Radiomobile di Battipaglia, poichè i fuggitivi si dirigevano in direzione Pontecagnano Faiano. Durante l’inseguimento, i malfattori hanno tentato più volte di speronare la gazzella dell’Arma, ma non ci sono riusciti soltanto grazie alla prontezza del militare autista. Dopo circa cinque chilometri, grazie all’arrivo delle altre autoradio, i militari sono riusciti a bloccare la macchina ma i tre ladri, nonostante la vettura fosse ancora in movimento, si sono lanciati fuori dall’abitacolo per tentare una disperata fuga a piedi lungo i campi bui posti ai margini della carreggiata.

L'aggressione

Nonostante questo ultimo tentativo, i fuggitivi sono stati comunque scovati e bloccati. Ma non è stato facile arrestarli. Perché tutti e tre hanno opposto resistenza. Anzi, per cercare di evitare le manette, hanno colpito due carabinieri alle mani e ad un ginocchio provocandogli ferite giudicate guaribili in una settimana. I tre marocchini, su disposizione del sostituto procuratore di turno, sono stati rinchiusi nel carcere di Salerno-Fuorni in attesa di convalida da parte del Gip.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

Torna su
SalernoToday è in caricamento