"Prima o poi me la prendo": coppia tenta di rapire una bambina a Cava

Secondo quanto riportato da Le Cronache, una coppia italiana avrebbe tentato di avvicinarsi e portar via una bambina di due anni e mezzo, in via Edoardo Talamo

Un episodio inquietante, a Cava de' Tirreni: secondo quanto riportato da Le Cronache, una coppia italiana avrebbe tentato di avvicinarsi e portar via una bambina di due anni e mezzo, in via Edoardo Talamo, mentre la piccola si trovava con la madre in attesa del pulmino dell’asilo nido cittadino.

Il fatto

Il tutto si è protratto in diversi minuti sotto gli occhi attoniti della madre che vedeva la donna in questione – il cui identikit è stato fornito ai militari dell’Arma della locale tenenza giudata dal tenente Vincenzo Pessolano – avvicinarsi alla piccola, seppur tenuta in braccio cercando di avere un dialogo con lei. La coppia si è allontanata immediatamente ma prima di scomparire del tutto la donna in questione avrebbe minacciato la madre della piccola dicendo: "Prima o po me la prendo". Indagano, dunque, i carabinieri sull'accaduto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente sull'A3, moto travolta da un'auto: gravi due centauri

  • Cronaca

    Dramma a Mercato San Severino, uomo stroncato da un infarto in auto

  • Cronaca

    Choc a Roccapiemonte, ossa dei defunti abbandonate nel cimitero

  • Cronaca

    Carcere di Salerno, nasconde l'iphone nelle parti intime: nei guai la sorella del boss

I più letti della settimana

  • Incidente sul raccordo Salerno-Avellino: morto 17enne, il cordoglio del sindaco

  • Camorra e droga, sgominate due bande legate ai clan: scattano 37 arresti

  • Dramma a Salerno, uomo precipita dal quinto piano e muore

  • Incidente mortale sul raccordo Salerno-Avellino, 2 dei 5 feriti lottano per la vita

  • Fisciano, effettuata l'autopsia sul corpo di Mario Landi: domani i funerali

  • Allerta meteo per Pasquetta in Campania: ecco le nuove previsioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento