Amatrice, i volontari del Vopi di Pontecagnano assistono i terremotati

Il campo base Anpas era situato nel centro della cittadina a circa 500 metri dalla zona rossa. Alla colonna mobile del gruppo Anpas Nazionale si sono aggiunti due volontari salernitani: Mariano Longo (25 anni) e Domenico Apollaro (18 anni)

I volontari

Nella notte di venerdì 14 ottobre anche la Pubblica Assistenza Vo.P.I. è partita alla volta di Amatrice insieme alla colonna mobile del gruppo Anpas Nazionale. Da Pontecagnano Faiano, infatti, si sono aggiunti due volontari: Mariano Longo (25 anni) e Domenico Apollaro (18 anni). La scena vista dai volontari all’arrivo è stata inspiegabile. Nella zona terremotata vi erano cumuli di macerie, frane, strade chiuse, città deserte, dove - fanno sapere dal Vo.P. I - si udiva solamente il rumore e i movimenti delle ruspe dei vigili del fuoco oltre a veder raramente il viso afflitto di chi ha perso tutto. Amatrice, come gli altri paesi colti dal sisma, appare come paese fantasma con case sgretolate come castelli di sabbia, come se le stesse fossero state abbattute da una guerra in uno scenario apocalittico. Al disagio della popolazione si è aggiunto il freddo pungente dalle basse temperature.

Ma tutto ciò non è bastato a fermare la determinazione dei due giovanissimi volontari, che, guidati dai referenti Battista Santus e Valerio Zucchelli della Croce Blu di Bergamo, hanno dato una fattiva mano nel coordinare le varie attività del campo (logistica,trasferimenti  degli ultimi sfollati in abitazioni mobili, supporto cucina). Il campo base Anpas era situato  nel centro di Amatrice a circa 500 metri  dalla zona rossa. Gli unici passi udibili erano quelli dei militari che presidiavano le zone vessate da furti e sciacallaggio,oltre i vigili del fuoco  e tutte le forze di polizia. Pochissime volte nel paese si è intravisto qualche viso provato dall’ evento, testimone di chi ha perso tutto. Nonostante ciò sul posto l'armonia e i sorrisi dei volontari hanno portato oltre che un' assistenza materiale, un raggio di sole nella desolazione. I volontari (Longo  e Apolllaro) appartenevano al IX contingente coadiuvati da tantissime associazioni italiane (P.A. Lioni, P.A. Alta Val Di Cecina, Croce Bianca Rapallese, Croce D'Oro Sud Pontino, K9 Rescue, Croce Blu Bergamo e cosi via) in pochissimo tempo, condividendo lo stesso scopo e la stessa missione, hanno condiviso un impegno di lavoro sinergico in sintonia ed armonia. “Con il passare dei giorni è venuta a consolidarsi una forte amicizia senza discriminazioni linguistiche tra Nord e Sud, Centro, tutti uniti sotto un'unica bandiera,con lo scopo di aiutare Amatrice. La città – scrivono i volontari del Vopi - rinascerà e la gente ritornerà a sorridere come prima...e noi con loro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di casa e sparisce nel nulla: imprenditore trovato morto a Colliano

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Pioggia di multe per i clienti dei negozi a Scafati: scoppia la rivolta dei commercianti

  • Uccisa e abbandonata a Salerno, 18 anni di carcere per l'assassino di Mariana

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • "E' il tuo turno? Non mi interessa: ti ricevo dopo": sgarbo e razzismo all'Asl di San Severino

Torna su
SalernoToday è in caricamento