Agropoli, topo morde uomo alla testa

L'uomo ha ucciso il roditore ed é andato in ospedale

L'ospedale di Agropoli

Si sveglia di soprassalto nella notte per un forte dolore al capo e scopre che un topo gli sta mordendo la testa: é accaduto ad Agropoli nella notte tra venerdì e sabato. L'uomo, 39 anni, ha quindi ucciso il roditore e, sanguinante, si é recato in ospedale dove é stato medicato e dove gli é stata fatta una iniezione di antitetanica. Dovrà ora prendere antibiotici e tenere sotto controllo la ferita. La notizia ha lasciato incredula e scossa la comunità di Agropoli, mentre l'uomo di certo ricorderà per parecchio tempo, forse per sempre, la disavventura che gli è capitata. Una disavventura degna di un film horror, solo che quanto accaduto nella cittadina cilentana, precisamente in una abitazione del lungomare San Marco, non era appunto la trama di una pellicola cinematografica ma la nuda e cruda realtà. Di certo l'uomo, dopo questa esperienza, proverà poca simpatia per i roditori.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Domani a Campagna i funerali dello studente morto all'Unisa

    • Cronaca

      De Luca agli studenti: "Chi fa uso di droga non merita di vivere"

    • Cronaca

      Attentato a Manchester, il racconto di Gigi Cassandra: "Sto bene, non ho sentito l'esplosione"

    • Cronaca

      Anno scolastico 2017-2018: ecco il nuovo calendario regionale

    I più letti della settimana

    • Tragedia all'Università, giovane precipita dalla rampa di scale della Biblioteca e muore

    • Si schianta con la moto contro un'auto a Battipaglia: muore Maria Rosaria Santese

    • Domani a Campagna i funerali dello studente morto all'Unisa

    • Battipaglia, dolore e sgomento per la morte di Maria Rosaria

    • Si spara all'addome in via Leucosia: grave vigile urbano di Salerno

    • Studente precipita e muore all'Unisa, Tommasetti: "Un minuto di silenzio all’inizio di tutte le attività"

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento