Sparano per sbaglio durante un controllo, a giudizio due carabinieri di Torchiara

I fatti risalgono al 24 febbraio 2017 quando in casa di un imprenditore di Torchiara, un carabiniere, insieme al suo collega, fece partire un colpo di pistola che sfiorò l’addome dell’uomo, finendo nel televisore di casa

Sono stati rinviati a giudizio due carabinieri in servizio alla Stazione di Torchiara. Per G.I. e M.C.S. l'accusa è di falso ideologico commesso da pubblico ufficiale e per il solo Vice brigadiere di abuso di potere e di perquisizione personale arbitraria.

L'indagine

I fatti risalgono al 24 febbraio 2017 quando in casa di un imprenditore di Torchiara, un carabiniere, insieme al suo collega, fece partire un colpo di pistola che sfiorò l’addome dell’uomo, finendo nel televisore di casa. Il controllo dei carabinieri era mirato ad una serie di armi. Fu poi l'imprenditore a sporgere denuncia in procura., spiegando di aver chiamato i militari per segnalare l’aggressione ricevuta in azienda da un giovane per una mancata fornitura di piastrelle, ma i due militari, invece, si erano recati nella sua abitazione per controllare la validità del certificato medico per la detenzione delle armi, tra cui alcuni fucili e una pistola Beretta calibro 6,35, detenuta in un comodino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quanto denunciato dall’uomo alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, il vice brigadiere nel maneggiare l’arma, la pistola calibro 3.65, avrebbe accidentalmente premuto il grilletto ed il colpo sarebbe partito centrando il televisore e sfiorando l’addome all’imprenditore. Recuperato il proiettile, ma non il bossolo, ritrovato in questo caso dalla parte offesa, i carabinieri avevano perquisito l’abitazione sequestrando le armi ritenute custodite in modo inadeguato. Per loro il processo partirà il 12 marzo 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Va in Brasile per far visita alla figlia e non riesce più a tornare: l'appello di un salernitano alle istituzioni

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • De Luca ospite di Gramellini su Rai 3: dalla Campania sicura, ai "raddrizzatori di banane"

  • Incidente a Pontecagnano, morte cerebrale per il 37enne

Torna su
SalernoToday è in caricamento