Traffico internazionale di farmaci: gli indagati salernitani si difendono dalle accuse

Indagati nella maxi inchiesta della Procura di Cremona, ribattezzata "Dawaa", che ha portato all'esecuzione di diciotto misure cautelari e al sequestro di farmaci per quattro milioni di euro

Respingono le accuse i due salernitani, originari di Angri e Cava de' Tirreni, indagati nella maxi inchiesta della Procura di Cremona, ribattezzata "Dawaa", che ha portato all'esecuzione di diciotto misure cautelari e al sequestro di farmaci per quattro milioni di euro. Durante l'interrogatorio di garanzia, le due persone hanno spiegato di essere estranee al commercio illegale di farmaci.
 

I sequestri

Le sostanze medicinali, tutte caratterizzate da un elevato valore terapeutico e commerciale, erano il provento di numerosi furti commessi tra il 2017 ed il 2018 in farmacie ospedaliere, aziende sanitarie territoriali e magazzini farmaceutici dell'intero territorio nazionale. I provvedimenti furono disposti dal Gip del Tribunale di Cremona, su richiesta del coordinatore delle attività di indagine, sostituto procuratore della Repubblica di Cremona. I destinatari delle misure facevano parte di un'associazione a delinquere con base nel cremasco, sono riconducibili a varie componenti rappresentate da ladri, ricettatori, corrieri e piazzisti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'organizzazione

Una parte del gruppo criminale si occupava di rubare i medicinali dalle farmacie delle aziende sanitarie territoriali e ospedaliere pubbliche ma anche dalle logistiche farmaceutiche, consegnandoli al primo livello di ricettatori costituiti da soggetti di origine campana che, a loro volta, li cedevano ad un ulteriore livello di gestione, a capo dell'intera organizzazione. Durante l'indagine furono sequestrate 824 confezioni di medicinali per un ammontare complessivo, sulla scorta dell'elevato valore economico di ogni singola unità terapeutica, di quasi 4 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

Torna su
SalernoToday è in caricamento