homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Angelo De Luca da Agropoli all'Honduras in barca a vela

Il 52enne ex finanziere partirà ad ottobre dal porto di Agropoli per una traversata solitaria in barca a vela che lo condurrà sino a La Ceiba, in Honduras

Agropoli

Agropoli - Honduras in barca a vela, in solitaria: questa l'avventura che attende Angelo De Luca, 52 anni, agropolese, che il prossimo ottobre salperà dal porto di Agropoli alla volta di La Ceiba, in Honduras, per oltre 3mila miglia in solitaria a bordo di Archimede, barca a vela di dieci metri. Ex finanziere, esperto sub con grande esperienza nel mondo velico, De Luca si recherà in barca a far visita ad un amico: "Andrò in Honduras a trovare un caro amico, Wilfried Dickes, sub di fama internazionale", ha spietato il velista.

In primis De Luca attraverserà il Mediterraneo per rodare la barca, quindi supererà lo stretto di Gibilterra ed effettuerà una fermata a Tenerife, nell'arcipelago delle Canarie. La sosta servirà a un check up completo della strumentazione e al rifornimento della cambusa. De Luca riprenderà quindi la marcia con il favore dei venti: "Attenderò l'arrivo degli alisei che, se tutto si svolgerà come previsto, mi faranno correre sulla rotta prevista fino a La Ceiba, in Honduras, ai confini ultimi dell'Oceano Atlantico".

La traversata transoceanica dovrebbe concludersi alla fine di ottobre, dopo una quindicina di giorni di navigazione. "Spero che vada tutto per il verso giusto - conclude Angelo De Luca - In questi giorni sono alle prese con la messa a punto della imbarcazione. Paura? Nessuna, solo tanta voglia di imbarcarmi in questa avventura". De Luca non è il primo cilentano a sfidare l'Oceano in solitaria. Nel 2003 infatti, Pino Veneroso, a bordo dello Jutta, barca a vela di 9 metri, attraversò l'Oceano dal porticciolo di Pisciotta per giungere a Montevideo, capitale dell'Uruguay, ripercorrendo la rotta contraria a quella del "Leone di Caprera", imbarcazione che nel 1873 salpò con tre persone a bordo dal porto sudamericano per giungere infine a Livorno.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Si ferma in autostrada per riposare, famiglia travolta da un'auto: muore 46enne

    • Cronaca

      Santa Matteo, polemica tra la paranza e i parrocchiani di Pastena

    • Cronaca

      Terremoto nel Centro Italia: ecco come inviare gli aiuti ai superstiti

    • Cronaca

      Piromani in azione, decine di roghi da Salerno al Cilento: i comuni coinvolti

    I più letti della settimana

    • Cede la ringhiera del lungomare Trieste di Salerno: in tre cadono sugli scogli

    • Tre sub morti a Palinuro: rinvenuti i cadaveri in mare

    • Rientra l'allarme a Sant'Eustachio: fiamme sulla collina domate all'alba

    • Palinuro, si cerca il corpo del terzo sub: le prime ipotesi sull'accaduto

    • Tragedia di Palinuro, l'autopsia conferma: i due sub morti per annegamento

    • Prostituta uccisa, arrestato un muratore salernitano: è accusato di omicidio

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento