homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Angelo De Luca da Agropoli all'Honduras in barca a vela

Il 52enne ex finanziere partirà ad ottobre dal porto di Agropoli per una traversata solitaria in barca a vela che lo condurrà sino a La Ceiba, in Honduras

Agropoli

Agropoli - Honduras in barca a vela, in solitaria: questa l'avventura che attende Angelo De Luca, 52 anni, agropolese, che il prossimo ottobre salperà dal porto di Agropoli alla volta di La Ceiba, in Honduras, per oltre 3mila miglia in solitaria a bordo di Archimede, barca a vela di dieci metri. Ex finanziere, esperto sub con grande esperienza nel mondo velico, De Luca si recherà in barca a far visita ad un amico: "Andrò in Honduras a trovare un caro amico, Wilfried Dickes, sub di fama internazionale", ha spietato il velista.

In primis De Luca attraverserà il Mediterraneo per rodare la barca, quindi supererà lo stretto di Gibilterra ed effettuerà una fermata a Tenerife, nell'arcipelago delle Canarie. La sosta servirà a un check up completo della strumentazione e al rifornimento della cambusa. De Luca riprenderà quindi la marcia con il favore dei venti: "Attenderò l'arrivo degli alisei che, se tutto si svolgerà come previsto, mi faranno correre sulla rotta prevista fino a La Ceiba, in Honduras, ai confini ultimi dell'Oceano Atlantico".

La traversata transoceanica dovrebbe concludersi alla fine di ottobre, dopo una quindicina di giorni di navigazione. "Spero che vada tutto per il verso giusto - conclude Angelo De Luca - In questi giorni sono alle prese con la messa a punto della imbarcazione. Paura? Nessuna, solo tanta voglia di imbarcarmi in questa avventura". De Luca non è il primo cilentano a sfidare l'Oceano in solitaria. Nel 2003 infatti, Pino Veneroso, a bordo dello Jutta, barca a vela di 9 metri, attraversò l'Oceano dal porticciolo di Pisciotta per giungere a Montevideo, capitale dell'Uruguay, ripercorrendo la rotta contraria a quella del "Leone di Caprera", imbarcazione che nel 1873 salpò con tre persone a bordo dal porto sudamericano per giungere infine a Livorno.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Dramma a Torrione, trovato il cadavere di un 41enne in mare

    • Politica

      Mercato San Severino: il sindaco Romano si è dimesso

    • Cronaca

      Incidente sul lavoro a Giungano, cade mentre taglia una quercia: morto 54enne

    • Cronaca

      Stupro a San Valentino Torio, la vittima: "Mi sono fidata di un mostro"

    I più letti della settimana

    • Colto da malore in auto: muore a 42 anni il figlio di Raimondo Pasquino

    • Giro di nomine nelle chiese salernitane: ecco i nuovi parroci

    • Stupro a San Valentino Torio, la vittima: "Mi sono fidata di un mostro"

    • Ragazzina violentata dal branco a San Valentino Torio: arrestati cinque minori

    • Incidente sulla litoranea, tra Pontecagnano e Battipaglia: grave un 20enne

    • Facoltà di Medicina, sospetti sugli esami di "Anatomia": c'è l'inchiesta

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento