Salerno, soppressione treni regionali: la petizione dei pendolari

"Pendolari Salerno - Napoli" è il nome del gruppo nato su facebook e che si sta muovendo per raccogliere firme e consegnare la petizione agli organi competenti, allo scopo di ottenere il ripristino di alcuni convogli soppressi

Immagine di repertorio

"Pendolari Salerno - Napoli" è il nome del gruppo nato su facebook e messo in piedi da viaggiatori, pendolari ed utenti del treni delle Ferrovie dello Stato sulla tratta tra i due comuni capoluogo di provincia. I pendolari intendono porre l'attenzione sulla difficile situazione legata agli appunto difficili spostamenti via strada ferrata, situazione dovuta ai tagli messi in atto da Ferrovie dello Stato. Proprio in questi giorni, tra l'altro, l'ad di Trenitalia Mauro Moretti ha annunciato che per il 2013 c'è il concreto rischio di soppressione di numerosissimi treni regionali, in quanto mancano i fondi. Obiettivo del gruppo dei pendolari è richiamare l'attenzione appunto sulla scarsità di convogli a fronte, invece, delle risorse impiegate nell'alta velocità.

Punto di partenza del gruppo è il nuovo orario Trenitalia entrato in vigore l'11 giugno 2012. Una situazione di disagio dovuta anche al fatto che molti pendolari, con il biglietto UnicoCampania, non possono ovviamente utilizzare, sulla tratta Salerno - Napoli (ma anche in direzione Sud, sino a Battipaglia), i treni Intercity e le Frecce, che sono esclusi dalla lista dei convogli sui quali si può salire con UnicoCampania. Il gruppo sta anche raccogliendo firme per una petizione che sarà presentata agli organi competenti.

Queste le proposte del gruppo, come si legge nella petizione che i pendolari intendono consegnare alle autorità competenti e alle Ferrovie dello Stato: "Considerata la presenza di un treno Metropolitano 21304, quindi fruibile con biglietto UnicoCampania, in partenza da Salerno alle 7:37 e vista anche la presenza del treno 2424, grazie ai quali le stazioni di Nocera/Pompei/Torre annunziata/Torre del Greco/Portici sono fornite, proponiamo il ripristino del treno 3418 alle 7:55 via LMV (linea monte del Vesuvio), l'aggiunta di un altro treno Batttpaglia – Pontecagnano – Salerno – Napoli via LMV in partenza da Batttipaglia alle 7:40 (come alternativa al 3418), l'aggiunta di un treno alle 18:20 che colleghi Napoli alle stazioni di Portici/Torre del Greco/Torre Annunziata/Pompei/Nocera, lo spostamento alle 18:25 - 18:30 del treno 3387 ma via LMV, con arrivo a Salerno, Pontecagnano, Battipaglia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In alternativa, dichiarano i pendolari, qualora non fosse possibile applicare le modifiche, Trenitalia dovrebbe ridurre i prezzi di abbonamento e biglietti: "La soluzione fornita cosi com’è da Trenitalia per quanto riguarda la tratta dei treni regionali al momento non è assolutamente accettabile e crea notevoli disagi ai tutti i pendolari. Nel caso in cui non sia possibile ottenere le modifiche proposte o altre, volte a migliorare l’offerta ferroviaria, troviamo equo e solidale nei confronti di tutti i viaggiatori, rivedere al ribasso il costo dei biglietti e degli abbonamenti nella tratta Salerno – Napoli, fascia U5".
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

  • Caso sospetto di Covid-19 a Salerno, medico del 118 in isolamento

Torna su
SalernoToday è in caricamento