Umido non differenziato correttamente a Salerno: 162mila euro annui "buttati nella spazzatura"

Da Salerno Pulita arriva l’invito alle famiglie, e ancora di più alle attività commerciali, a differenziare bene i rifiuti: ecco perchè

Le cattive abitudini costano. E nel caso dei rifiuti solidi urbani a pagare il conto sono sempre i contribuenti perché, per legge, i costi del servizio devono essere fronteggiati esclusivamente con gli introiti della tassa di scopo. Ecco perché da Salerno Pulita arriva l’invito alle famiglie, e ancora di più alle attività commerciali, a differenziare bene i rifiuti.

L'umido

È il caso, per esempio, del cosiddetto “umido” o “frazione organica”, alias scarti di cibo e degli sfalci di erbe e potature destinati alla produzione di compost per l’agricoltura. Con questi rifiuti, si produce il compost per la concimazione delle piante e dei terreni agricoli, e non solo Salerno Pulita ha stimato che nella frazione organica raccolta in città il 10 per cento è costituito da materiali che non possono essere avviati al compostaggio (plastica, indifferenziato ecc.). Separare questi prodotti dalla frazione organica fa lievitare i costi di produzione del compost, ma soprattutto crea il problema dello smaltimento degli scarti (I cosiddetti “sovvalli”).

I costi

Disfarsene costa 250 euro a tonnellata. Ora, considerando che a Salerno si raccolgono circa 18mila tonnellate all'anno di umido, e che il 10 per cento ammonta a 1.800 tonnellate, ne consegue che smaltire questi scarti costa 450mila euro l’anno. Se invece di averli buttati, in modo improprio, nell’umido li avessimo depositati, ad esempio, nell’indifferenziato, lo smaltimento di queste1.800 tonnellate costerebbe meno: 288mila euro (smaltire una tonnellata di secco indifferenziato, infatti, oggi costa 160 euro a tonnellata). In conclusione, tale cattiva abitudine fa lievitare i costi di 162mila euro in più all’anno, che potrebbero essere utilizzati per migliorare la qualità del servizio.

BUONE PRATICHE

Per raccogliere l’organico solo buste compostabili

Per concimare i gerani di casa voi usereste la plastica? Certo che no! Ecco perché per raccogliere l’umido a casa non bisogna assolutamente usare le buste di plastica, in particolare quelle di colore nero. Salerno Pulita ricorda che e buste da utilizzare e da richiedere ai commercianti, quando si va a fare la spesa, sono quelle compostabili, realizzate con materiale organico che, al pari degli scarti di cucina, si decompone e diventa esso stesso concime.

Potrebbe interessarti

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

  • Potassio: come assumerlo e perché fa bene a cuore, reni e ritenzione idrica!

  • Battipaglia, serpente a spasso in via De Amicis: l'appello

  • Trasporto pubblico, al via la campagna di abbonamenti gratuiti Unico Campania

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sul Trincerone: Salerno si stringe attorno alla famiglia di Francesco, il cordoglio del sindaco

  • Incidente a Giovi: auto finisce in un precipizio, 4 feriti gravi. Scannapieco in pericolo di vita

  • Tragedia in Costiera Amalfitana: uomo si impicca a Vettica

  • Ricoverata d'urgenza a 12 anni: muore nella notte la piccola Francesca, choc a Matierno

  • Incidente mortale ad Agropoli: auto contro un muretto, muore 17enne

Torna su
SalernoToday è in caricamento