Vivevano tra violenze e degrado: due fratellini affidati ad un'altra coppia

I due bambini erano trascurati e lasciati senza cibo per ore. Il padre picchiava la loro madre. La vicenda è finita sotto l’attenzione dei tribunale dei minori circa tre anni fa a seguito di una serie di segnalazioni fatte dai vicini di casa

Saranno affidati ad un’altra famiglia i due fratellini di 5 e 6 anni vittime di una drammatico storia familiare caratterizzata da violenze, abbandono e degrado. Ieri, davanti al tribunale per i minori, si è aperto il procedimento finalizzato alla loro adozione in quanto - riporta Il Mattino - hanno perso ogni legame con i genitori naturali a carico dei quali è stata dichiarata la decadenza della responsabilità genitoriale a seguito di un decreto emesso dal medesimo tribunale. Da un paio d’anni i piccoli sono già in affido temporaneo a una coppia di coniugi.

La storia

La vicenda è finita sotto l’attenzione dei tribunale dei minori circa tre anni fa a seguito di una serie di segnalazioni fatte dai vicini di casa dei genitori dei due bambini. Lui, originario del Marocco, sottoponeva la moglie a un regime di vita durissimo impedendole di ribellarsi. Lei, un passato difficile e vittima di abusi fin da bambina, subiva in silenzio senza reagire alle percosse del marito e senza avere il coraggio di denunciare. I loro figli, non iscritti all’asilo, non mangiavano a orari regolari, non erano sottoposti alle necessarie cure igieniche e non avevano quasi alcun rapporto con l’esterno. Non solo. Ma – secondo quanto ricostruito dai servizi sociali – vivevano in costante pericolo perché durante i litigi con la moglie, lo straniero perdeva la testa scagliando piatti e stoviglie contro la donna rischiando così di colpire anche i figli. E così, proprio a seguito delle relazioni dei servizi sociali, il tribunali ha collocati in una comunità. Ora stanno meglio e presto avranno definitivamente una nuova famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

  • Allerta Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole: la mappa dei comuni

  • Caso sospetto di Coronavirus a Ravello, isolato autista: chiuso il pronto soccorso

  • Coronavirus, capaccese torna da Piacenza e non si sente bene: esito negativo al test

Torna su
SalernoToday è in caricamento