Fondi strutturali di adeguamento sismico: incluse anche 4 scuole di Castel San Giorgio

Il Comune di Castel San Giorgio è rientrato nel decreto con ben quattro plessi scolastici per un importo complessivo di circa 316 mila euro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Con il decreto 363 del 18 luglio 2018, il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca ha pubblicato la graduatoria dei Comuni le cui scuole sono state ammesse al finanziamento per l’adeguamento alla vulnerabilità sismica. Il Comune di Castel San Giorgio è rientrato nel decreto con ben quattro plessi scolastici per un importo complessivo di circa 316 mila euro. I fondi, frutto di una intesa tra il Ministero e la Cassa depositi e prestiti, riguardano interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale. In tutta Italia i  criteri di selezione delle verifiche di vulnerabilità e delle progettazioni da finanziare sono stati definiti con la condivisione del Dipartimento della Protezione Civile e con il Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri “Casa Italia”.

“Il decreto ministeriale – ha spiegato la prima cittadina Paola Lanzara – dimostra come l’amministrazione non sta tralasciando nessuna occasione per far giungere sul territorio finanziamenti per risolvere questioni da tempo lasciate senza una soluzione. La sicurezza dei nostri bambini non può essere tralasciata. Non è un problema rinviabile in nessun paese che osa definirsi civile. Va dato atto sia agli uffici che hanno curato l’iter burocratico che al Ministero, di aver avuto la giusta attenzione ai problemi dei plessi scolastici del nostro territorio e sono convinta che nei prossimi mesi il nostro paese continuerà a ricevere le giuste attenzioni per le grandi potenzialità che è in gradi di esprimere”.

Le scuole che hanno ricevuto il finanziamento per gli adeguamenti strutturali sono i plessi di Via Paterno (ciFondi strutturali di adeguamento sismico: incluse anche 4 scuole di Castel San Giorgiorca 60 mila euro) Piazza Sant’Anna (circa 55 mila euro) , Via Aniello Capuano (circa 192 mila euro) e Piazza Nassirya (circa 54 mila euro) 

Torna su
SalernoToday è in caricamento