menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnysuncloudwhitecloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfograinlightblackcloudsleetsnowcelsius

Salerno, annullata la protesta dei sindacati al teatro Verdi

Cgil, Cisl, Uil e comitato SI SAV hanno annullato la protesta in concomitanza con il rinvio della visita del ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri

Una protesta della Feneal Uil

In concomitanza con il rinvio della visita del ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri, le sigle sindacali Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil hanno annullato il presidio di protesta in programma per lunedì mattina al teatro Verdi a Salerno. Le tre sigle sindacali però, in una nota congiunta, di concerto con il comitato SI SAV, ricordano che "non basta la stazione unica appaltante per prevenire infiltrazioni camorristiche nelle opere pubbliche".

I sindacati e il comitato si rivolgono quindi al prefetto di Salerno affinchè venga convocato un tavolo relativamente alle opere pubbliche: "l'edilizia - si legge - rappresenta un quarto dell'economia nella nostra provincia". Nella giornata di ieri i sindacati, insieme al comitato, avevano manifestato a Baronissi per chiedere l'avvio dei lavori del raccordo SA - AV. Nella nota lanciano inoltre l'allarme sui cantieri: "Abbiamo riscontrato delle irregolarià, chiediamo attenzione alle istituzioni: hanno i mezzi per contrastare il malaffare".

Potrebbe interessarti


    Commenti

      Più letti della settimana

      Torna su