Capaccio Paestum, il Comune acquisisce beni demaniali per 4 milioni di euro

Tra i beni acquisiti spuntano i camping Athena e Ulisse, situati in località Ponte di Ferro, e il camping Nettuno, in località Laura. Il sindaco Palumbo: "Ora avvieremo il progetto di riqualificazione della fascia costiera"

Il Comune di Capaccio Paestum

Il Comune di Capaccio Paestum ha acquisito, a titolo gratuito, ulteriori beni, che erano di proprietà del Demanio dello Stato, lungo la fascia costiera. È la prosecuzione di un’attività che ha portato già nel mese di luglio l’Ente ad acquisire, in base alla legge sul Federalismo Demaniale, beni per un controvalore inventariale  di oltre 10 milioni di euro.

I dettagli

Nella giornata di ieri, a Napoli, presso la sede dell’Agenzia del Demanio, il Comune è venuto in possesso del  decreto di trasferimento e sottoscritto il verbale di consegna di tali beni, che ricadono tutti lungo la fascia costiera.  Il verbale di consegna è stato sottoscritto dal sindaco Franco Palumbo. In particolare l’Ente cilentano ha acquisito al proprio patrimonio i camping Athena e Ulisse, situati in località Ponte di Ferro, e il camping Nettuno, in località Laura. Inoltre, vengono trasferiti al patrimonio comunale anche il tratto di Piazza Santini, che va dall’intersezione di viale della Repubblica con via Italia 61, e l’ultimo tratto di via Italia 61, che va da via Aldo Moro fino all’intersezione con piazza Santini. Il controvalore inventariale dei beni ammonta a circa 4 milioni di euro.

Tutto l’iter procedurale si è concluso positivamente grazie alla massima sinergia istituzionale e alla disponibilità dell’Agenzia del Demanio-Direzione Regionale per la Campania, con in testa il Direttore regionale Edoardo Maggini, del Funzionario responsabile dei servizi territoriali dell’Agenzia del Demanio per la Provincia di Salerno, Luca Franzese, e con il supporto del Referente tecnico per le procedure del Servizio Patrimonio del Comune di Capaccio Paestum Fioravante Gallo.

Il commento

Soddisfatto il sindaco Franco Palumbo: “È un risultato di grande importanza perché con quest’atto abbiamo completato l’acquisizione al patrimonio comunale dei beni demaniali lungo fascia costiera. Questo ci consentirà di avviare finalmente tutto il progetto di riqualificazione della fascia costiera, che dovrà diventare un punto di riferimento per tutto il Cilento e non solo per Capaccio Paestum”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Pioggia e vento, nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Angri, investito da un treno mentre raggiunge il binario: grave studente

  • Incidente sulla Cilentana, muore Francesco Farro: donati gli organi

  • Incidente in litoranea ad Eboli, auto investe una donna: è morta

  • Travolta da un bus mentre attraversa la strada a Milano: grave maestra salernitana

Torna su
SalernoToday è in caricamento