Rifiuti, De Luca: "Salerno non ha bisogno di un termovalorizzatore"

Il viceministro e sindaco di Salerno: "Quando da Roma si accorgono che l'unico impianto di compostaggio è stato realizzato a Salerno, è chiaro che tendono a venire a chiederci una mano"

"Salerno non ha bisogno di un termovalorizzatore perché è all’avanguardia in Italia nella raccolta differenziata e nella gestione del ciclo dei rifiuti". Lo scrive su Facebook, il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, riportando quanto già dichiarato a Radio Alfa. "Abbiamo avuto un incontro al Ministero dell'Ambiente, fortemente preoccupato per la possibilità che l'Italia riceva dall'UE una penalizzazione di 200 milioni l'anno per non aver rispettato gli impegni assunti in materia di rifiuti - ha spiegato il viceministro ai Trasporti - Dover pagare all'UE 200 milioni per non aver varato programmi di raccolta differenziata sarebbe un delitto. Al Ministero si è ragionato soprattutto della situazione della Campania, che è la principale imputata". 

"Quando ci chiamano da Roma - ha aggiunto - è, fondamentalmente, per avere un aiuto sul piano regionale e nazionale, perché da nessuna parte si riesce a realizzare niente. Quando da Roma si accorgono che l’unico impianto di compostaggio è stato realizzato a Salerno, è chiaro che tendono a venire a chiederci una mano per non avere 200 milioni di penalità", ha concluso De Luca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento