Debiti della pubblica amministrazione: sbloccati circa 173 milioni di euro

Lombardi: "Salerno è quarta in Italia per lo sblocco dei fondi pari quasi a 173 milioni di euro, di cui 21 di competenza della Provincia"

Il presidente dell'Ance accoglie con soddisfazione il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, in merito alle somme per l’allentamento del Patto di Stabilità. Soddisfatto, infatti, Antonio Lombardi per la buona notizia giunta in tema di debiti pregressi della pubblica amministrazione. La provincia di Salerno è la quarta in Italia, dopo Milano, Roma e Napoli, che potrà sbloccare fondi per quasi 173 milioni di euro, di cui 21 di competenza della Provincia.

"Il provvedimento del Ministero premia un’azione incisiva che Ance Salerno sta portando avanti da parecchi mesi a tutela delle imprese e dei lavoratori, con iniziative di denuncia e manifestazioni anche forti - ha osservato il presidente Lombardi - Avevamo censito crediti di aziende del settore per circa 400 milioni di euro: questo provvedimento consente un’importante boccata d’ossigeno. Ora però, è necessario che gli enti locali procedano immediatamente a pagare le imprese per i lavori regolarmente eseguiti e si attivino per reperire ulteriori risorse per il saldo dei lavori eseguiti: non possiamo più attendere neanche un minuto in più. Le aziende stanno chiudendo". Non a caso, l'Ance ha predisposto un servizio di monitoraggio sul rispetto dei tempi di pagamento da parte della pubblica amministrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento