Coordinamento Dieta mediterranea, Stefano Pisani contro Romano

Il sindaco di Pollica contro il ministro dell'agricoltura Saverio Romano, assente alla riunione che ha deciso l'assegnazione del coordinamento alla città di Barcellona e non a Pollica

"Il ministro Romano è un irresponsabile" è il durissimo commento del sindaco di Pollica Stefano Pisani (foto), dopo aver appreso la notizia della assegnazione del Coordinamento MIPAAF, coordinamento delle attività relative al riconoscimento UNESCO della Dieta Mediterranea, a Barcellona.

Stefano Pisani è infuriato per la mancata presenza del ministro dell'agricoltura Saverio Romano alla riunione nel corso della quale è stata presa la decisione dell'assegnazione alla città spagnola: "Il ministro dell'Agricoltura Saverio Romano ha mancato all' impegno preso con la comunità di Pollica, con il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e con l'Italia". Rabbia e delusione sono più che tangibili nelle parole dell'erede di Angelo Vassallo: "A questo punto - prosegue il sindaco cilentano - l' Italia, da unica protagonista per la valorizzazione e promozione della Dieta Mediterranea, grazie all'irresponsabilità di un <<responsabile>> che non ha saputo garantire continuità all'eccellente lavoro realizzato dal ministro Galan, preoccupandosi invece di smantellare gli Uffici del ministero dell'Agricoltura che per l'Italia intera avevano prodotto un ottimo risultato, mette seriamente a rischio l'opera iniziata dal mai dimenticato Angelo Vassallo".

Delusione e malcontento anche nelle parole del senatore salernitano in quota Pd, oltre che vice presidente della commissione agricoltura a Palazzo Madama Alfonso Andria: "Il ministro Romano aveva garantito che l'Italia avrebbe rivendicato il Coordinamento e lo avrebbe localizzato nel comune di Pollica, quale punto di riferimento dell'intero Cilento che, come noto è 'Comunita' emblematicà della Dieta Mediterranea per l'Italia. Spero che il ministero ed il ministro per le Politiche Agricole vogliano almeno valorizzare il Centro Studi per la Dieta Mediterranea, intitolato al nome di Angelo Vassallo Sindaco, la cui sede fu inaugurata a Pollica nel febbraio scorso. Per far questo ed altro ancora a vantaggio della Dieta Mediterranea occorrerà semplicemente partecipare alle riunioni anziché disertarle.

Tra l'altro, mi risulta anche - ha concluso Andria - che l'Italia avrebbe dovuto predisporre, entro il 2 maggio scorso, il protocollo per l'allargamento ad altri paesi del Mediterraneo per poi sottoscriverlo durante un apposito evento che il ministro Romano avrebbe voluto si svolgesse a Lampedusa. In assenza di iniziativa la Spagna durante l'ultima riunione di Parigi ha chiesto all'UNESCO e ai restanti due paesi partner (Grecia e Marocco) della candidatura di assumere tale iniziativa in sostituzione dell'Italia. Tale decisione, oltre ad escludere l'Italia da un ruolo attivo nella vicenda per manifesta inadempienza, vulnera anche la proposta dello stesso ministro Romano in favore di Lampedusa".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • E' semplicemnte vergognoso!....

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tenta di tagliarsi la gola: salvato 14enne a Polla

  • Cronaca

    Ingiurie ai commercianti e danni ai negozi: fermata la baby gang

  • Cronaca

    Tentato furto in un centro estetico: arrestato 39enne, restituita la refurtiva

  • Cronaca

    Montecorvino, presunta lite condominiale: incendiate tre auto

I più letti della settimana

  • Le Cotoniere, tutto pronto per il taglio del nastro: Lettieri presenta il centro commerciale

  • Benetton raddoppia al centro "Le Cotoniere": presto il nuovo store

  • Accorpamento del Porto di Salerno, Delrio: "Non aspetteremo 36 mesi"

  • Al via nella Stazione Marittima di Salerno il 10°Premio Best Practices

  • Felix.net al Premio Best Practices per l’Innovazione di Confindustria Salerno

Torna su
SalernoToday è in caricamento