homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Scala, primo festival internazionale dei prodotti di qualità

La kermesse si terrà sino al 29 luglio presso il più antico centro della costiera amalfitana per promuovere le eccellenze regionali. Soddisfatto il primo cittadino Luigi Mansi

E' stata presentata al comune di Scala la prima edizione del Festival inernazionale di prodotti di qualità: la kermesse, di scena appunto nel più antico centro della costiera amalfitana, ha come obiettivo la promozione delle eccellenze regionali dell'agro alimentare in Italia e nel mondo. Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti il sindaco di Scala Luigi Mansi e, tra gli altri, il presidente provinciale di Confindustria Mauro Maccauro e il vicepresidente nazionale di Confindustria e presidente nazionale della Piccola Industria Vincenzo Boccia.

In Italia - si è sottolineato durante la conferenza stampa - sono 236 i prodotti a denominazione protetta, dei quali 146 dop, 88 igp e 2 stg. "Già cosi - è stato detto in conferenza stampa - è indiscusso il primato europeo del nostro Paese nell'agroalimentare di qualità, con ben il 23% dei prodotti a denominazione dell'Unione Europea, che in tutto ne detiene 1.065".

Se poi si aggiungono i 43 vini docg, i 316 doc e i 120 igt - per un totale di 479 eno-denominazioni riconosciute - e i 4.551 prodotti tipici regionali censiti, allora risulta ancora più chiaro che quella italiana non è solo una leadership, ma uno dei principali fattori di crescita del turismo enogastronomico, il cui valore complessivo sfiora i 6 miliardi di euro all'anno. Il Festival internazionale di prodotti di qualità, organizzato in collaborazione con il ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ha visto ieri pomeriggio l'apertura con una iniziativa a favore delle aziende del territorio dell' Emilia-Romagna, colpito dal terremoto. Infatti, è stato possibile degustare i prodotti tipici del territorio emiliano-romagnolo come l'aceto balsamico di Modena, Parmigiano Reggiano e Lambrusco di Modena.

Il Festival si articola in otto giornate consecutive, ognuna delle quali dedicata a una specifica Regione e alle sue produzioni tipiche certificate, per le quali sono previste laboratori del Gusto, eventi culturali, degustazioni gratuite di prodotti regionali, perfomance culinarie, convegni tematici e spettacoli musicali per diffondere le tradizioni e le tipicità dell'enogastronomia di qualità. In esposizione, a Scala, i prodotti di 5 regioni italiane: dalla liquirizia alle erbe officinali di Calabria, dalla mozzarella di Bufala Campana al peperone crusco della Basilicata, fino all'olio extravergine d'oliva Umbro, al Parmigiano Reggiano e all'aceto balsamico di Modena dell'Emilia Romagna.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Blitz in un negozio di Pagani: sequestrati 98.126 prodotti "pericolosi"

    • Cronaca

      Fuorni, azzannata da un cane mentre passeggia: finisce in ospedale

    • Cronaca

      Follia in Costiera: autista della Sita sveglia un passeggero e viene minacciato

    • Politica

      Renzi a Taranto scherza con i Rainone: "Finite prima il porto o il Crescent?"

    I più letti della settimana

    • Cartella Equitalia di oltre 1 milione ad un battipagliese, nessun errore

    • Cartella Equitalia di oltre 1 milione di euro per un professionista di Battipaglia

      Torna su
      SalernoToday è in caricamento