Auto di servizio, fitti passivi e fotocopiatrici: al via i tagli al Comune di Salerno per risparmiare

Partita anche la ricerca per le sistemazioni adeguate, nell’ambito del patrimonio comunale, per gli Uffici Comunali, Scuole e Associazioni attualmente allocati in immobili in fitto passivo

Al via, a Salerno, la razionalizzazione delle spese a Palazzo di Città, tagliando i costi per fotocopie, auto di servizio e fitti passivi. Come riporta Il Mattino, nel 2018 le casse comunali hanno dovuto erogare oltre 550mila euro per il pagamento dei canoni di alcuni uffici dislocati (affari generali, tributi), ma anche centri sociali, sedi di scuole materne e scuole medie, nettezza urbana, strutture per accogliere i senzatetto.

I tagli

Partita, dunque, la ricerca per le sistemazioni adeguate, nell’ambito del patrimonio comunale, per gli Uffici Comunali, Scuole e Associazioni attualmente allocati in immobili in fitto passivo. Circa il parco auto, per quest’anno si prevede un risparmio di circa 60mila euro con l’uso condiviso di vetture di servizio fra più utenti di settori diversi. Infine le fotocopiatrici: attualmente il costo è di 40mila euro e si punta a ridurre la spesa con la digitalizzazione della gestione documentale e con l’archiviazione elettronica.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Suicidio all'Unisa, il cordoglio di Loia: in arrivo tre psicologi per gli studenti

  • Gelo a Ricigliano, il parroco ai fedeli: "Celebro la messa a casa vostra"

  • Contursi Terme piange Mumù, il sindaco dei cani

Torna su
SalernoToday è in caricamento