Polizia provinciale di Salerno divisa in nuclei, l'Ente fa marcia indietro: le reazioni

Tra gli altri, soddisfatto Rispoli del Csa provinciale: “Ora aspettiamo un confronto con la Provincia”

La Provincia fa marcia indietro sulla nuova riorganizzazione degli agenti provinciali e ascolta i sindacati. A confermare la notizia è Angelo Rispoli, segretario generale del Csa Salerno: "La revoca del decreto presidenziale è positiva. Ora rimaniamo in attesa di una convocazione per avere un confronto nell'interesse dei lavoratori e del buon funzionamento dell'Ente".

La Uil Fpl

Intanto, la Uil Fpl provincia Salerno aveva chiesto un incontro ai vertici dell'Ente ai fini di avviare la procedura di raffreddamento della vertenza prevista dalla legge. "Già da tempo abbiamo sollevato dubbi sull'adozione del provvedimento - incalza il segretario provinciale Lorenzo Conte -. Sdoppiare il servizio comporta un conflitto di interessi tra chi deve controllare e chi è controllato. Con il segretario generale Donato Salvato, infatti, abbiamo sollevato eventuali contrasti con le norme in materia di organizzazione e gestione del personale. Ma al momento la collaborazione è stata minima. Forse si tratta dell'unico caso italiano in cui un corpo di polizia locale decida di interrompere il servizio a Natale e Capodanno. Su tutto questo chiediamo un confronto", ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

  • Costiera a lutto, è morto prematuramente il maresciallo Perrelli

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Precipita con l'auto in Costiera: 51enne di Pontecagnano vivo per miracolo

  • Maximall di Pontecagnano: arriva "Mondo Convenienza", nuovi posti di lavoro

Torna su
SalernoToday è in caricamento