Tagli ai trasporti, Cirielli: "Salerno non può pagare errori di altri"

Il presidente della provincia di Salerno non condivide i tagli ai trasporti che penalizzano la provincia salernitana: si dice d'accordo invece con quelli imposti dal governo nazionale

Il presidente della provincia Edmondo Cirielli si è espresso, a margine di una conferenza stampa, sulla questione dei tagli regionali ai trasporti pubblici (figli dei tagli del governo nazionale agli enti locali) e della logica soppressione di numerose corse della SITA e del CSTP. L'esponente del Pdl e capo della giunta provinciale ha asserito di condividere i tagli del governo nazionale ma non quelli applicati dalla giunta regionale della Campania. Salerno, ha aggiunto Cirielli, non può pagare gli errori commessi da altre zone della regione.

Uno "scontro" indiretto quindi con il suo collega di partito, il governatore della regione Stefano Caldoro. Lo stesso Cirielli è il primo promotore del referendum per rendere la provincia di Salerno una regione indipendente dal resto della Campania con il nome di "Principato di Salerno".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • Sole, mare e panorami mozzafiato: i Giardini del Fuenti incantano grandi e piccini

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Traffico di droga tra Piana del Sele e Calabria:15 arresti, sequestrati 12mila euro e due pistole

  • "Nero di m...." rissa su Corso Garibaldi a Salerno: arrivano i carabinieri

Torna su
SalernoToday è in caricamento