Rassegna di danza "Incontri": due spettacoli in due giorni al centro sociale di Salerno

Venerdì 11 ottobre, alle ore 21, sul palco dell’Auditorium del Centro Sociale di Salerno doppietta tersicorea per la rassegna di danza “Incontri”. Il 12 ottobre andrà in scena il primo spettacolo della sezione “Kids”

Venerdì 11 ottobre, alle ore 21, sul palco dell’Auditorium del Centro Sociale di Salerno doppietta tersicorea per la rassegna di danza “Incontri”.  Con “Showup – come posso ricordare il volto che non so dimenticare” la danza racconterà la tragedia dell’Olocausto. A partire dalle testimonianze di seconda generazione di figli e nipoti sopravvissuti all’Olocausto, il linguaggio tersicoreo diventa il mezzo scelto per non cancellare la memoria della Shoah. Le coreografie dello spettacolo, prodotto da MV danza Factory, sono di Simone Liguori, la regia è di Eirene Campagna. L’idea di “Showup” nasce dalla tesi di laurea di Eirene Campagna, “Come posso ricordare il volto che non so dimenticare – la rappresentabilità della memoria”, sulle diverse forme di messa in scena e rappresentazione della Shoah. Eirene Campagna ha svolto parte della ricerca al Polin di Varsavia, il museo della storia degli ebrei polacchi. Gli interventi video di “Showup” propongono parte delle interviste ad Elena ed Anna Skall, le figlie di Heinz Skall, l’ebreo italiano internato a Campagna (Salerno), figlio del celebre fotografo cecoslovacco Otto Skall e dell’ucraina Hela Scheine. A seguire @motion proporrà “Lost Child”, performance artistica coreografata da Fabrizio Esposito che vuole recuperare il ricordo dell’innocenza e dell’ingenuità che si perdono quando si diventa adulti. “E’ un balletto basato sulle emozioni automatiche e convulse – spiega Esposito – che un adulto, interpretato da Luigi Pagano, riscopre attraverso varie esperienze visive”.

Il secondo appuntamento

Sabato 12 ottobre sarà ancora l’Auditorium del Centro Sociale di Salerno ad ospitare “Incontri”: alle ore 18 andrà in scena il primo spettacolo della sezione “Kids” proposto da Fabula Saltica dal titolo “Il tribunale degli animali”. Il racconto è stato pensato per educare sorridendo il pubblico al quale si rivolge con una grande dose d’ironia e autoironia. La rassegna Incontri è realizzata in collaborazione con Raid-Rassegna Interregionale di Danza di Claudio Malangone, Salerno Solidale e Bimed e con il patrocinio del Comune di Salerno, del Comune di Pellezzano, del Comune di Valla della Lucania, del Comune di Sassano e della Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana.  La rassegna è tra i progetti italiani ad aver ottenuto l’importante riconoscimento del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. La direzione artistica è di Antonella Iannone.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Costiera a lutto, è morto prematuramente il maresciallo Perrelli

  • Concorso per OSS a Salerno, annunciate anche oltre 500 assunzioni di medici e amministrativi

  • Centro commerciale La Fabbrica: lavoratori pronti allo sciopero

  • Maximall di Pontecagnano: arriva "Mondo Convenienza", nuovi posti di lavoro

  • Caso sospetto di Coronavirus a Battipaglia: esito negativo, allarme cessato

Torna su
SalernoToday è in caricamento