Carciofo bianco di Auletta: c'è il programma della sagra di fine aprile

Gli organizzatori hanno diffuso le prime informazioni utili. L'evento dovrà essere poi confermato alla luce delle disposizioni ministeriali, nella speranza che si possa tornare presto alla normalità

Sul finire di un inverno molto mite l’occhio dei contadini della Valle del Tanagro è rivolto ai campi di carciofo bianco. Negli ultimi anni sono aumentati, grazie ad una rinnovata attenzione verso questo prelibato e inusuale carciofo privo di spine, tenero e a tendenza dolce. Merito della Rete dei produttori del carciofo bianco del Tanagro che assicurano un rapporto diretto tra produttori e consumatori, ma soprattutto del Festival del carciofo bianco che è giunto ormai alla sua undicesima edizione. Gli organizzatori hanno diffuso le prime informazioni utili. L'evento dovrà essere poi confermato alla luce delle disposizioni ministeriali, nella speranza che si possa tornare presto alla normalità.

La storia e il programma

Il decennale, lo scorso anno, ha portato ad Auletta oltre 20mila persone che hanno degustato oltre 100mila carciofi bianchi e ne hanno acquistati freschi altrettanti nella Mostra Mercato. Bianco Tanagro, in programma dal 30 aprile al 3 maggio 2020, ha ormai definito il programma e gli appuntamenti che caratterizzeranno la quattro giorni aulettese.
Organizzata e promossa dalla Pro Loco di Auletta, presieduta da Giuseppe Lupo, si avvale da sempre della direzione della giornalista gastronomica Antonella Petitti.

Il Carciofo Bianco Day


Tra le novità di quest’anno l’istituzione del “Carciofo bianco Day” in programma per il 25 aprile prossimo, giornata che si svolgerà all’interno dei campi di carciofo bianco, occasione per ascoltare dalla voce diretta dei contadini locali le caratteristiche di questo prodotto, le difficoltà di gestione, le curiosità. Immancabile anche il pranzo in campagna che si avvarrà, oltre che dei piatti locali, anche delle interpretazioni live ed all’aperto dello chef Angelo Borghese, del pizzaiolo Giuseppe Maglione e del pasticcere Domenico Manfredi.

La doppia Settimana Gastronomica


Si rinnova e si dilata l’impegno dei ristoratori – ambasciatori del carciofo bianco del Tanagro, i quali per ben due settimane terranno in carta un piatto (o più d’uno) dedicato a questo fiore goloso. Saranno circa una ventina gli indirizzi, sparsi in tutta la Campania, dove potersi recare per assaggiarlo dal 18 al 28 aprile. Un possibile tour, qualora si avesse voglia di scoprire le innumerevoli modalità in cui è possibile proporre questa prelibatezza.

Il riconoscimento “Sagra di qualità”


Da quest’anno, inoltre, il Festival si fregerà del riconoscimento “Sagra di qualità”, assegnato dall’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia per la capacità di promuovere prodotti tipici storicamente legati al territorio, rappresentative della storia e della tradizione locale, che puntano a creare sinergie con le attività economiche locali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Precisiamo che l'evento è attualmente in programma, salvo nuove disposizioni ministeriali. Si invitano pertanto i lettori, per avere conferma dello svolgimento di tale evento, a visionare la pagina  Facebook Bianco Tanagro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Covid-19, sono 6 i nuovi casi positivi in Campania: 1 contagio ad Eboli

  • Pastena, palpeggiata nelle parti intime mentre torna a casa: indagini in corso

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Rissa in pieno centro a Pontecagnano: un giovane in ospedale

Torna su
SalernoToday è in caricamento