“Magister Artis” a Cava, l'inaugurazione con Sgarbi

La mostra sarà visitabile fino a domenica 10 dicembre

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Cava de’ Tirreni – Ieri, nel complesso monumentale di San Giovanni, nel cuore del centro storico di Cava de’ Tirreni, il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi, la presidentessa dell’associazione ArtetrA Veronica Nicoli ed il sindaco di Cava Vincenzo Servalli hanno inaugurato l’esposizione d’arte contemporanea “Magister Artis”, organizzata dall’associazione culturale “ArtetrA”, presieduta da Veronica Nicoli, e dalla galleria “Prince Art Gallery” di Salerno, di Armando Principe, in collaborazione con il Comune di Cava de’ Tirreni. E, in particolare, Sgarbi ha avuto parole d’elogio per l’iniziativa. “Vedo tante persone perché qui si parla di cose buone e belle – ha detto – Questo significa che l’arte e la cultura tirano e sono convinto che più si innalza l’offerta della politica alla bellezza e all’arte e più si ha un vantaggio”. E ancora: “La cultura deve ispirarsi alla politica e non esserne umiliata. Senza cultura non si può fare politica. Una città colta e bella è la migliore politica possibile”. Il critico, poi, non ha mancato di sottolineare come la collaborazione tra il pubblico ed il privato sia indispensabile per diffondere la cultura della bellezza e garantire che il talento abbia la possibilità di emergere. “Iniziative come “Magister Artis” danno agli artisti la possibilità di farsi conoscere – ha spiegato – Le amministrazioni devono appoggiarsi ad iniziative simili che, a loro volta, esistono perché c’è un mercato dell’arte che le sostiene. Il patto tra due realtà, quali sono il pubblico ed il privato, è necessario in modo che la prima garantisca ai cittadini dei diritti e l’altra garantisca agli artisti il diritto alla creatività, che è un diritto costituzionale”. Da qui anche una riflessione sull’opportunità che strutture pubbliche siano gestite da privati. “Luoghi come questi – ha concluso – sono straordinari ed è meritorio che i privati contribuiscano a stenerlo

La mostra sarà visitabile fino a domenica 10 dicembre. L’iniziativa è, inoltre, sponsorizzata da “IMA Abrasivi”; “Inci-Flex”; “Colli Cerrentino”, “Pasticceria Tirrena”; “Maurizio Russo”; “Alden- Consulenti D’impresa”; “la Tramontina”; “Solimene”; “Shockino”, “Lamsa” e “Xray-Store Pianura Studio”. “Rtc Quarta Rete” è media partner della manifestazione. “Magister Artis” farà da “preview” all’importante evento che si svolgerà nella prossima primavera, la prima “Biennale del Tirreno”, un’esposizione fortemente partecipativa, incentrata sulla dignità dell’essere Artista e sul riconoscimento del Talento.

Il programma

“Magister Artis” ha preso il via giovedì 7 dicembre alle ore 17, con la cerimonia di inaugurazione a cui parteciperanno il critico Vittorio Sgarbi, il sindaco di Cava Vincenzo Servalli, Veronica Nicoli, Armando Principe e le autorità cittadine. Seguirà, alle ore 19, la degustazione di prodotti tipici delle eccellenze del territorio cavese. Saranno presenti gli stand de “La Tramontina” (Mozzarella di bufala campana); “Maurizio Russo” (liquori); “Pasticceria Tirrena” e “Colli Cerrentino” (vini). Il percorso eno-gastronomico farà da corollario agli appuntamenti culturali pomeridiani e serali per tutta la durata della manifestazione. Venerdì 8 dicembre, alle ore 11, la galleria “Prince Art” donerà al sindaco Vincenzo Servalli, in rappresentanza del Comune di Cava, un’opera pittorica dedicata a Mamma Lucia e realizzata dall’artista cavese Antonio Gesualdi, che ha partecipato a “Imago Misericordiae”, in occasione del Giubileo della Misericordia a Roma. Subito dopo sarà presentata alla città l’opera su tavola “La Madonna col Bambino”, esposta nel museo dell’Abbazia benedettina di Cava ed attribuita da Sgarbi a Lorenzo Monaco, un pittore toscano vissuto a cavallo tra il Trecento ed il Quattrocento e, secondo alcuni critici d’arte, uno degli ultimi esponenti dello stile giottesco. L’opera è stata restaurata grazie alla sponsorizzazione di “Prince Art” ed ha rappresentato Cava e la Campania all’Expo 2015 di Milano. Alle ore 11,30 il professor Franco Bruno Vitolo e lo studioso Gianluca Cicco saranno i protagonisti di “sCAVArte”, un excursus sul rapporto tra Cava e l’arte. Alle ore 18  si potrà assistere a “La Conversione di un Cavallo”, la rappresentazione vivente delle opere di Caravaggio, realizzata dalla compagnia Ludovica Rambelli Teatro di Napoli. Sabato 9 dicembre, alle ore 11, si terrà una lezione di cinema a cura di Francesco Della Calce, mentre alle 18 si potrà partecipare al workshop emozionale e sinergico a cura dell’artista Domenico Sorrentino. Domenica 10 dicembre l’appuntamento è alle ore 17,30 con la “Danza Butoh” di e con Marie Thérèse Sitzia. Alle ore 18,30 sarà presentata la “Biennale del Tirreno” e saranno consegnati gli attestati di partecipazione a “Magister Artis”. La rassegna si concluderà, alle ore 20, con l’esibizione live della “Quisisona Band” che presenterà i più grandi successi della movida caprese.

Da venerdì 8 dicembre a domenica 10 dicembre, alle ore 10 ed alle ore 16, andrà in onda la proiezione della puntata “Come eravamo” su “Il Complesso di San Giovanni e le Suore della Carità”, a cura di Gianluca Cicco per Rtc Quarta Rete. L’esposizione d’arte contemporanea “Magister Artis” sarà visitabile dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 21. Sia per visitare la mostra delle opere dei protagonisti della rassegna che per assistere agli eventi collaterali l’ingresso è libero. Info su: Artetra.it

Torna su
SalernoToday è in caricamento