"Otto anni fa era domani": c'è ancora tempo per ammirare le opere realizzate con le chewingum, a Salerno

Maurizio Savini, artista romano classe 61, è l'autore delle opere che fino al 27 gennaio saranno esposte a Palazzo Fruscione

Una delle opere - foto di Antonio Capuano

Non argilla, ma gomme da masticare: così Maurizio Savini, artista romano classe 61, ha realizzato le sue opere che fino al 27 gennaio conquisteranno gli amanti dell'arte contemporanea, a Palazzo Fruscione. “Otto anni fa era domani”: questo il titolo della affascinante mostra organizzata nell’ambito del progetto "Tempi moderni – I racconti del contemporaneo".

Originale e toccante il corpus delle opere provenienti dalla Galleria Mucciaccia di Roma e dallo studio dello stesso artista. Tra le sculture, anche l’opera dal titolo “La sindrome di Pilato” che esprime la durezza della società, così come “Zar”, scultura di 89x89x125, “Ombra e luce cadono insieme” (120x120x100) e “Corona” (140x135x55). Tanta curiosità, tra un intenso profumo di chewingum e i visi stupiti dei visitatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente sulla Cilentana, muore anche la 17enne di Albanella

Torna su
SalernoToday è in caricamento