"Otto anni fa era domani": c'è ancora tempo per ammirare le opere realizzate con le chewingum, a Salerno

Maurizio Savini, artista romano classe 61, è l'autore delle opere che fino al 27 gennaio saranno esposte a Palazzo Fruscione

Una delle opere - foto di Antonio Capuano

Non argilla, ma gomme da masticare: così Maurizio Savini, artista romano classe 61, ha realizzato le sue opere che fino al 27 gennaio conquisteranno gli amanti dell'arte contemporanea, a Palazzo Fruscione. “Otto anni fa era domani”: questo il titolo della affascinante mostra organizzata nell’ambito del progetto "Tempi moderni – I racconti del contemporaneo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Originale e toccante il corpus delle opere provenienti dalla Galleria Mucciaccia di Roma e dallo studio dello stesso artista. Tra le sculture, anche l’opera dal titolo “La sindrome di Pilato” che esprime la durezza della società, così come “Zar”, scultura di 89x89x125, “Ombra e luce cadono insieme” (120x120x100) e “Corona” (140x135x55). Tanta curiosità, tra un intenso profumo di chewingum e i visi stupiti dei visitatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Salerno non è turistica: ha solo la fortuna di essere tra 2 costiere", la amara denuncia di un lettore

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Caso sospetto di Covid-19 a Salerno, medico del 118 in isolamento

  • Mare con schiuma gialla e meduse morte tra Pontecagnano e Battipaglia

  • Coronavirus, nuovi 10 contagi in Campania: il bollettino

  • Tutti a mare a Salerno: nessuno rinuncia ai tuffi, traffico in Costiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento