Musée Éclate: dal museo alla città, dalla città al museo a Pontecagnano

Le opere resteranno in maniera permanente e si innestano in un percorso che, attraverso pannelli e totem, illustra l’archeologia della città, valorizzando i luoghi corrispondenti ai siti archeologici più importanti di Pontecagnano Faiano.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Si svolgerà domani 28 giugno a partire dalle ore 18,30 l’evento finale di Musée éclaté che prevede l’inaugurazione del percorso e la consegna delle opere alla città di Pontecagnano Faiano. L’appuntamento è a Via Dante con l’inaugurazione del percorso e dell’installazione di Vincenzo Frattini per poi proseguire verso Piazza Risorgimento, dove si trova l’opera di Gabriele Dini e, infine, a via Verdi dove è installata l’opera di Paolo Bini. Il percorso sarà guidato dall’archeologa Antonella Massanova e Maria Rocco. Le opere resteranno in maniera permanente e si innestano in un percorso che, attraverso pannelli e totem, illustra l’archeologia della città, valorizzando i luoghi corrispondenti ai siti archeologici più importanti di Pontecagnano Faiano. Nei giorni seguenti sono previste visite guidate al percorso di Musée Éclate in città. In particolare, il 29 giugno si partirà alle ore 19 da via Dante con Alessandra De Simone e Vittoria Guaccio; mentre il 30 giugno è in programma una visita guidata esperienziale con metodologia VTS (Visual Thinking Strategies) che partirà alle ore 18:30 dal Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano prevedendo con la guida di Valeria Valerio e Marianna Crescenzo. la visita alle installazioni site-specific di Ivano Troisi, all’interno del Museo, e a quelle dei tre artisti di Musée éclaté. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del Progetto Musée éclaté – Museo senza limiti, cofinanziato dalla Regione Campania e presentato dal Comune di Pontecagnano Faiano in partenariato con il Polo Museale della Campania – Museo Archeologico di Pontecagnano, Legambiente Campania e Università degli Studi di Salerno, che si propone di portare il Museo nella città e di divulgare la conoscenza del ricco patrimonio culturale del territorio.

Torna su
SalernoToday è in caricamento