Presentata la stagione di prosa del Teatro Verdi: ecco il programma

Dieci eventi, 4 spettacoli di teatro civile, due serate speciali con Eduardo De Crescenzo e Sal Da Vinci. Il diritto di prelazione per vecchi abbonati scadrà il 14 luglio e dal 17 al 31 luglio potranno presentarsi al botteghino i nuovi abbonati

Conferenza stampa di presentazione della stagione di prosa

"Isa Danieli, Giuliana De Sio, Simona Marchini, Vincenzo Salemme, Massimo Ranieri, Alessandro Haber, Lucrezia Lante Della Rovere, poi Lo Schiaccianoci e Dracula". Alfredo Balsamo, direttore del Teatro Pubblico Campano, pare quasi il Commissario Tecnico della Nazionale di Calco quando dà la formazione infarcita di "campioni del palcoscenico", tutti protagonisti della prossima stagione di prosa del Teatro Verdi, al via dal 1° novembre. Il diritto di prelazione per vecchi abbonati scadrà il 14 luglio e dal 17 al 31 luglio potranno presentarsi al botteghino i nuovi abbonati.Orari spettacoli alle ore 21, nei giorni festivi alle ore 18. Costo dell'abbonamento a 10 spettacoli di prosa da 320 a 120 euro (turno A), da 330 a 130 euro (turno B, C, D).

Il cartellone

Si comincia con Isa Danieli e Giuliana De Sio: in scena "Le signorine", debutto nazionale, fino al 4 novembre. Subito dopo, da giovedì 8 a domenica 11 novembre, spazio a "Bella figura". Sul palcoscenico, tra gli altri, l'intramontabile Simona Marchini. Novembre con Salemme (Con tutto il cuore), fino al 25. Poi il balletto, a gennaio "Lo Schiaccianoci". E' una novità. "Abbiamo potuto proporlo grazie ai 50 musicisti dell'orchestra del Teatro Verdi. E' un cartellone completo o almeno me lo auguro - auspica Alfredo Balsamo - c'è da ridere, da piangere, da riflettere". Seguono "Questi fantasmi", Massimo Ranieri in "Il gabbiano", Misantropo con Giulio Scarpati, Haber e Lante Della Rovere a marzo (Il Padre), Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini dal 28 al 31 marzo in scena con Dracula.

No comment e consigli

Balsamo non presta il fianco alle polemiche degli ultimi giorni, a proposito della gestione del Teatro Verdi. "Non ho letto, ma è una polemica che non mi compete - chiarisce - Lasciamo la politica alla politica. Mi chiedete della crisi economica. Rispondo che si piange da sempre. Se vogliamo continuare a piangere, non c'è nulla di nuovo. Rimbocchiamoci, invece, le maniche e lavoriamo per un servizio di qualità, che soddisfi il pubblico". Il sindaco Enzo Napoli passa in rassegna il cartellone della stagione di prosa e commenta: "Incuriosisce Dracula, una rappresentazione che potrà scuotere il nostro pacifico vivere quotidiano. A Salerno abbiamo un impianto culturale invidiabile: teatralità diffusa, tante iniziative in corso, abbiamo il Teatro Verdi, la Sala Pasolini e il Teatro Ghirelli. Quest'ultimo sarà riqualificato, dopo la gara d'appalto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Morte di Melissa La Rocca, le parole della sua prof a una settimana dalla tragedia

  • Allaccio abusivo alla rete Enel: arrestato il titolare de "Il Giardino degli Dei H24"

Torna su
SalernoToday è in caricamento