Presepi di sabbia, si parte l'8 dicembre: una scultura ricorda Peppe Natella

La notizia è stata comunicata alla signora Chiara, la figlia dell'indimenticato papà del presepe salernitano, ed è stata accolta con inevitabile emozione. Il tema dell'edizione 2018 sarà la Scuola Medica Salernitana

Una scultura di sabbia dedicata a Peppe Natella. La notizia è stata comunicata stamattina alla signora Chiara, la figlia dell'indimenticato papà del presepe salernitano, ed è stata accolta con inevitabile emozione. La scultura per Natella, realizzata dall'artista ungherese Ferenc Monostori, sarà una delle novità del presepe di sabbia, edizione 2018, presentato in anteprima stamattina alla stampa, nel sottopiazza della Concordia, a Salerno. Il pubblico, invece, potrà accedere alla mostra da domani sera, venerdì 7 dicembre.
 

Gli artisti

Con il magiaro Monostori lavorano Aaron Ojeda (Spagna), Laura Scavuzzo (Italia) e Aleksei Rybak (Russia). I quattro scultori - tra i migliori a livello internazionale - animano già la tendostruttura appositamente allestita nel sottopiazza della Concordia. Scalpelli e getti d’acqua alla mano, si cimentano nell’impresa di liberare da sei blocchi di sabbia compressa le loro giganti figure, secondo la concezione neoplatonica, ripresa da Michelangelo, del levare per liberare.

Il tema

Dedichiamo la mostra a questa città che ci ha accolto in questi tre anni e focalizziamo l'attenzione sulla Scuola Medica Salernitana, un momento storico importante non solo per Salerno ma per tutto il mondo - ha spiegato Domenico Spera, direttore artistico della mostra dedicata al presepe di sabbia. I personaggi che i visitatori potranno incontrare osservando le sculture si sabbia saranno Matteo Silvatico, Trotula de' Ruggiero. Spazio anche alla leggenda dei quattro medici fondatori della Scuola Medica Salernitana. La sabbia incontrerà così la storia di Salerno, la cultura dei semplici e i suoi protagonisti. Gli artisti forniranno un’interpretazione personale al tema scelto, omaggio a Salerno e ai suoi mitici personaggi (Matteo Silvatico, mago Barliario) e alla gloriosa istituzione medica medievale, con tutti i suoi protagonisti sospesi tra storia e leggenda (il greco Pontus, il latino Salernus, l’ebreo Helinus e l’arabo Abdela). In un clima di festa legata alla nascita di Cristo, si ritroverà la figura di Trotula de Ruggiero, la prima donna medico dell’occidente che dedicò la maggior parte del proprio operato all'aiuto e all'accompagnamento di altre donne nel momento delicato del parto.

Biglietti e possibilità di ritorno

Il bglietto d'ingresso alla mostra avrà un prezzo simbolico. Costerà 2,50 euro per gli adulti, bambini 1 euro, gratuito per bambini fino a 5 anni di età. Venerdì 7 dicembre, la mostra sarà già aperta al pubblico ma l'allestimento verrà completato il 13 o 14 dicembre. Per questo motivo - aggiungono gli organizzatori - chi visiterà la mostra prima che sia completata potrà poi conservare il biglietto d'ingresso e utilizzarlo senza ulteriore aggravio di spesa per un nuovo ingresso, ad allestimento concluso.

Scuole

Le sculture di sabbia saranno oggetto di studio e dibattito anche per gli studenti salernitani. Al progetto, infatti, hanno aderito gli studenti del Liceo Artistico Sabatini-Menna di Salerno che parteciperanno ad un workshop e che potrebbe realizzare a propria volta una scultura. Siamo lieti di avvicinare anche le nuove generazioni a questo mestiere - ha concluso Spera - Sarebbe bello poter contare anche sull'apporto di uno scultore salernitano, nelle prossime edizioni. Le opere artistiche sono realizzate esclusivamente con sabbia ed acqua.

Le novità

Per la prima volta, fari puntati non sui temi dell'immigrazione e della socialità in genere ma su uno spaccato di storia medievale cittadina. La figura femminile, inoltre, emerge attraverso un'opera che verrà realizzata per la prima volta da una scultrice. La sensibilità di una donna, dunque, incontrerà la fragilità della sabbia. Per la prima volta ad artisti uomini si affiancherà la spatola rosa di Laura Scavuzzo, una scultrice siciliana dal talento riconosciuto a livello mondiale.

Info utili

Orari di visita dal lunedì al venerdì, ore 10-13 e 15-20.30. Sabato ore 9.30-13 e 15.00-22-30, domenica 9.30-13 e 15-21.30. Ingresso: adulti 2,50 euro, bambini 1 euro, gratuito per bambini fino a 5 anni di età.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Salerno, il racconto di una delle studentesse aggredite: "Ho reagito ad insulti razzisti"

  • Cronaca

    "C'è una bomba", evacuato il tribunale di Nocera Inferiore

  • Incidenti stradali

    Incidente tra due auto sulla Tangenziale a Salerno: traffico in tilt

  • Cronaca

    Nocera Inferiore, tentò di abusare di due studentesse: nei guai insegnante

I più letti della settimana

  • Incidente mortale tra Eboli e Battipaglia: perdono la vita 2 giovanissimi, 3 feriti

  • Dramma scampato sulla Tangenziale: auto contromano, incidente sfiorato

  • Stava trasportando la verdura al mercato, provano a rapinarlo: 48enne ucciso con un colpo di fucile

  • Scompare insieme al fidanzato: ritrovata la 14enne di Battipaglia

  • Battipaglia, 14enne si allontana da casa e fa perdere le sue tracce: al via le ricerche

  • Denuncia choc: "A Sarno sotterrati rifiuti radioattivi"

Torna su
SalernoToday è in caricamento