Salerno day - Operazione Avalanche: 10 giorni di eventi

Si farà memoria dello sbarco degli Alleati, avvenuto il 9 settembre 1943. Oltre all’antica piazza dei Barbuti, saranno coinvolti anche il Teatro Ghirelli e la Tenuta dei Normanni, i Comuni di Pontecagnano Faiano, Cava de’ Tirreni, Paestum, Eboli, Battipaglia e Campagna

La conferenza stampa di presentazione

La Sala del Gonfalone del Palazzo di Città ha ospitato il “Salerno Day”, l’evento che intende fare memoria dello sbarco degli Alleati, avvenuto a Salerno il 9 settembre 1943 e passato alla storia come “Operazione Avalanche”. 

Il progetto

A curare l'evento è il giornalista Edoardo Scotti. "Chi non ha memoria del passato - ha detto presentando il fitto cartellone di appuntamenti - è costretto a ripetere gli stessi errori - il sogno è creare un unico, grande museo della memoria. In dieci giorni, dall'8 al 17 settembre, racconteremo i fatti accaduti dal 9 settembre del '43 in poi attraverso fotografie, documenti, mostre e anche una dieta particolare. E' tutto legato alla conclusione della XXXIII edizione della rassegna estiva di teatro “Barbuti Festival”, organizzata dalla Bottega San Lazzaro. Le location saranno, oltre all’antica piazza dei Barbuti, anche il Teatro Ghirelli e la Tenuta dei Normanni di Salerno ed i Comuni di Pontecagnano Faiano, Cava de’ Tirreni, Paestum, Eboli, Battipaglia e Campagna". 

Il saluto del sindaco

"La storia è maestra ma ha pochi allievi - ha detto il primo cittadino di Salerno, Enzo Napoli -. Dobbiamo fare memoria e custodirla, perché la democrazia non è qualcosa di acquisito per sempre. La democrazia va difesa, salvaguardata. Salerno Day ed i 10 giorni di celebrazioni sono iniziative lodevoli".

Il programma

Dopo la cerimonia dell'8 settembre ore 10, con l'intitolazione del Lungomare Belvedere di Pontecagnano Faiano allo Sbarco Alleato e la sfilata dei mezzi militari nella ztl dell'area archeologica di Paestum alle ore 16, il programma prosegue con altre interessanti iniziative, tra le quali la dieta di guerra, cioè quello che lagente mangiava "sotto le bombe", domenica 9. Lunedì 10 settembre, sarà protagonista Cava de' Tirreni. Al Comune sarà ricordata la battaglia di Cava de' Tirreni; Mamma Lucia e Mina Farano, sposa di guerra che soccorse un soldato americano poi suo sposo a 16 anni, saranno ricordate con documenti e foto. Ci sarà anche la presentazione del libro "Cava 1943, i giorni del terrore". Martedì 11 settembre si ritorna a Salerno. Alle ore 19 al Teatro Ghirelli, il MOA e l'associazione Avalanche 1943 presenteranno una mostra fotografica. Il 12 settembre sempre al "Ghirelli" proiezioni su "Riprende la vita dopo i bombardamenti", per raccontare com'era Salerno all'epoca. Giovedì, trasferimento alla Tenuta dei Normanni a Giovi. Sarà proposto un incontro con le imprenditrici salernitane per spiegare il loro inserimento nel mondo del lavoro dal Dopoguerra ad oggi. Parteciperanno giornaliste salernitane. A cura del Conservatorio Martucci, concerto jazz per ricordare le musiche dell'epoca. L'intero cast del film " Terra bruciata", che affronta il tema della Resistenza e che narra i fatti campani dall'8 settembre in poi, sarà ospitato al Teatro dei Barbuti alle 20.30 di venerdì 14. Ingresso gratuito come per gli altri eventi.

Le altre tappe

Sabato e domenica, a Battipaglia, ore 10, inaugurazione delle Mostre “Italiani” e “La Shoah in Italia “ del centro di Documentazione Ebraico Contemporaneo di Milano. A Salerno, ore 20.30, Parata della U.S. Naval Forces Europe Band al Lungomare Trieste che, alle ore 21, si esibirà in concerto al Festival dei Barbuti in Largo S.Maria dei Barbuti. Domenica 16 settembre, a Salerno, nella Chiesa di Santa Margherita rievocazione della figura del parroco Ventura ucciso dai bombardamenti a cura dell’Associazione Maestri del Lavoro. A Battipaglia in Località Spineta, rievocazione dello sbarco con decine di figuranti e omaggio ai caduti in mare. Presentazione del libro “Le strade di Battipaglia storie di uomini” di Ermelinda D’Elia, a cura del Mu.Bat e Comune. Ad Eboli, ore 18.30, al Museo Moa, convegno su “Robert Capa in 50 scatti” , foto d’autore sulla guerra. Lunedì 17, a Campagna, giornata rievocativa del drammatico bombardamento del 17 Settembre 1943 organizzata dal Museo Centro Studi Giovanni Palatucci e dal Comune. Presso il Museo MOA di Eboli per tutta la durata della rassegna avrà luogo la Mostra “WAR IS OVER”, a cura dell’Istituto Luce e del Comune di Eboli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Covid-19, sono 6 i nuovi casi positivi in Campania: 1 contagio ad Eboli

  • Pastena, palpeggiata nelle parti intime mentre torna a casa: indagini in corso

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Covid-19, nuovo caso positivo a Battipaglia: l'appello della sindaca

Torna su
SalernoToday è in caricamento