Ecco i vincitori del Premio di Esecuzione Pianistica "A. Napolitano" Città di Salerno

Sul podio per la prima volta una campana, Laura Cozzolino di Pagani, che si è aggiudicata la borsa di studio 1500 euro offerta da Rosamaria Bianco

Per la prima volta una salernitana raggiunge il podio dell'ambito Premio di Esecuzione Pianistica “Antonio Napolitano” Città di Salerno. Si tratta di Laura Cozzolino di Pagani, che ieri sera ha eseguito di Chopin l’Andante Spianato e la Grande Polacca brillante op. 22 e di Liszt gli Studi sul tema di Paganini n.6. A lei, vincitrice del secondo posto, è andata la borsa di studio 1500 euro offerta da Rosamaria Bianco: è la prima volta che una campana, giunge alla finalissima del Premio di Esecuzione Pianistica. Ieri sera al Teatro “Giuseppe Verdi” di Salerno, la commissione, presieduta dal M° Francesco Nicolosi, ha indicato come vincitori della borsa di studio in memoria di Antonio Napolitano due dei quattro pianisti giunti in finale, il russo Alexander Yakovlev e il diciottenne l’italiano Giorgio Trione Bartoli di Trani. Yakovlev ieri sera, per il concerto del gran finale del premio ha eseguito alcune scene tratte dai “Quadri da una esposizione” di Mussorgsky, mentre Giorgio Trione Bartoli ha suonato di Chopin la Mazurca op. 67 n. 4 e di Szimanowsky le Variazioni su di un tema polacco op. 10. Ad arricchire la loro borsa di studio, equamente divisa, è stato il premio messo in palio dall’Associazione Marina, del valore di 1000 euro, che la commissione ha scelto di sommare alla borsa di studio da 3000 euro offerta dalla famiglia Napolitano. Il terzo posto, e quindi la borsa di studio da 1250 euro in ricordo del M° Fortunato Galano, è stato assegnato alla giapponese Hiroko Wakamatsu che ha eseguito di Händel la Ciaccona HWV435 e di Szimanowsky le Variazioni op.3. Ad esibirsi ieri sera è stato anche il vincitore della borsa di studio da 1000 euro in ricordo di “Vincenzo Solimene” nell’ambito del Concorso Pianistico, il tredicenne Elia Cecino di Treviso che con 99/100 è risultato il candidato con il punteggio più alto.  Il giovane pianista ha eseguito di Rachmaninov il Preludio op.23 n.5 e di Ginastera la Danza Argentina n.3. Il Premio speciale Banca della Campania, equivalente ad una borsa di studio da 1000 euro, è stato assegnato al più giovane semifinalista italiano e straniero del Premio, Pier Carmine Garzillo di Salerno, classe ’95, ed Anton Bashynsky dell’Ucraina, nato nel 1991.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Dramma alla Cittadella: medico stroncato da un infarto, inutili i soccorsi

  • Travolta da un bus mentre attraversa la strada a Milano: grave maestra salernitana

  • Paura a Salerno, le onde invadono la spiaggia di Santa Teresa

  • Incidente in litoranea ad Eboli, auto investe una donna: è morta

Torna su
SalernoToday è in caricamento