Tablet per tutti gli alunni delle scuole primarie a Salerno: l'iniziativa del Comune

L'Assessorato alle Pubblica Istruzione, in collaborazione con il Nucleo di Protezione Civile del Comune di Salerno, ha istituito un servizio ad hoc

Garantita, la didattica a distanza a tutti gli studenti delle scuole primarie di primo e secondo grado di Salerno. L'Assessorato alle Pubblica Istruzione, in collaborazione con il Nucleo di Protezione Civile del Comune di Salerno, ha istituito un servizio ad hoc: gli istituti che aderiranno all'iniziativa metteranno a disposizione tablet in dotazione agli istituti stessi in comodato d'uso alle famiglie degli allievi che sono sprovvisti di pc o tablet nelle loro abitazioni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il servizio

Il servizio è attivo da questa mattina ad opera dei volontari della Protezione Civile comunale che stanno procedendo alla consegna delle apparecchiature agli alunni dell'Istituto Comprensivo Barra. La consegna avverrà direttamente presso le abitazioni nel pieno rispetto delle norme per il contenimento del contagio da COVID-19. Nei prossimi giorni il servizio sarà esteso agli altri istituti aderenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corsi di laurea e laurea magistrale ad accesso programmato nazionale, il calendario delle prove

  • Università di Fisciano, l'iniziativa PC4U anche per la sessione estiva

  • Scuola post Covid-19: la Regione incontra i pediatri

  • Scuola Viva: ripartono i laboratori del "Sabatini Menna"

  • Laureandi in Medicina esclusi dall'abilitazione prevista dal Cura Italia: l'appello

  • Aziende e sostenibilità attori della ripartenza all'Università: iscrizioni entro il 15 giugno

Torna su
SalernoToday è in caricamento