A Castellabate un bonus per la mensa scolastica: come fare domanda

Per accedere all’esenzione totale o parziale dal pagamento è possibile presentare la domanda, corredata dalla documentazione richiesta, al protocollo del Comune entro il 26 novembre

La Giunta Comunale di Castellabate, al fine di agevolare le famiglie con basso reddito, ha deciso di garantire un supporto economico per l’acquisto dei ticket per il servizio di mensa scolastica.

I requisiti

Per accedere all’esenzione totale o parziale dal pagamento è possibile presentare la domanda, corredata dalla documentazione richiesta, al protocollo del Comune entro il 26 novembre. I requisiti per accedere al bonus sono: residenza nel comune di Castellabate della famiglie e dei figli, frequenza della scuola nel territorio comunale, reddito familiare ISEE fino a 3mila euro, per l’esenzione totale, e fino ai 5mila euro per l’esenzione del 50% del costo del blocchetto, fissato anche quest’anno a 45 euro per 20 pasti. Per informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Politiche sociali in via Roma a Santa Maria, tel. 0974 960147.

Il commento

L’assessore alla Pubblica Istruzione e alle Politiche sociali Elisabetta Martuscelli è soddisfatta delll’iniziativa: "Abbiamo sempre messo al centro le esigenze dei bambini con una mensa di qualità eccellente che stiamo perfezionando sempre più e, per questo quest’anno, abbiamo deciso di aggiungere a tale servizio un concreto supporto alle famiglie economicamente disagiate che da dicembre, in base alla graduatoria di merito, potranno beneficiare gratuitamente del blocchetto pasti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le lauree più richieste dal mercato del lavoro: ecco i primi dati del 2020

  • IIS "Galilei - Di Palo": la scuola "vending machine free", ecco perchè

  • Stanford University: tra i primi 100.000 scienziati al mondo, anche 17 docenti dell'Unisa

  • Tirocini formativi per gli studenti: Prefettura e Unisa firmano l'accordo

  • Nascita della vita e responsabilità del ginecologo: il convegno al Palazzo di Giustizia

  • UnisaOrienta, Chiara Francini ai corsisti: "Studiare mi ha reso libera"

Torna su
SalernoToday è in caricamento