Nasce a Salerno la prima chiesa ecologica: il progetto finanziato dalla Cei

La chiesa sarà dotata di una vernice fotocatalitica che permette di imprigionare lo smog. Prevista anche l'installazione di celle fotovoltaiche per compensare il consumo energetico della parte dell'edificio destinata all'oratorio

La chiesa di San Felice

Nasce a Salerno la prima chiesa ecologica, grazie a un finanziamento della Cei (Conferenza episcopale italiana) di 4,5 milioni di euro. La struttura è stata pensata per la nuova chiesa di S. Giovanni e S. Felice in Felline, a Torrione. Il progetto di Overtel e Centola&Associati è stato annunciato da Repubblica.

Ad impatto ambientale ridotto, la chiesa sarà dotata di una vernice fotocatalitica che permette di imprigionare lo smog. Prevista anche l’installazione di celle fotovoltaiche per compensare il consumo energetico della parte dell’edificio destinata all’oratorio. Dei circa 11 mila metri quadrati di terreno solo mille verranno coperti dalla nuova struttura, il resto sarà destinata a una piazza botanica aperta 24 ore su 24. A prendere il posto del parcheggio, dunque, ulivi, cipressi e un gruppo di palme. E non mancherà un "cappotto" supercoibentante che servirà a schermare freddo e caldo, mentre la cupola ad apertura elettronica creerà un effetto camino che d’estate permetterà di lasciar uscire dall’alto l’aria calda, facilitando la ventilazione naturale.  I 1.200 metri quadrati di superficie compenseranno, infine, le emissioni medie prodotte da 200 auto in un anno. Tanta curiosità.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Lite sul Corso di Salerno, malore per una ragazzina

    • Politica

      Dà della "chiattona" alla Ciarambino, De Luca non si scusa: "Non fiori, ma opere di bene”

    • Cronaca

      Invasione di ratti in via Vinciprova: venerdì sera da dimenticare per passanti e turisti

    • Cronaca

      Cava, rapina a mano armata in banca: bottino di oltre 50mila euro

    I più letti della settimana

        Torna su
        SalernoToday è in caricamento