25 aprile, Edmondo Cirielli contro il leader comunista Palmiro Togliatti

Dopo il manifesto criticato lo scorso anno il presidente della Provincia, nel manifesto 2011 per la Liberazione, attacca Palmiro Togliatti, "complice morale della strage delle Foibe"

Edmondo Cirielli atto secondo: il presidente della provincia di Salerno, oltre che deputato della Repubblica e colonnello dei carabinieri in aspettativa, ha firmato il manifesto che celebra l'anniversario della Liberazione (25 aprile) attaccando un vecchio leader del partito comunista italiano, Palmiro Togliatti.

Dopo le polemiche sorte lo scorso anno in seguito al manifesto 2010 (nel quale Cirielli ringraziava gli americani per aver liberato l'Italia dal comunismo) il presidente della provincia salernitana ha così scritto nel manifesto 2011: "La festa del 25 Aprile celebra la riconquista della libertà del popolo italiano dopo l’occupazione nazista e la difesa dei valori fondanti per la dignità dell’uomo e per la convivenza civile e democratica della nostra comunità nazionale, compromessi dal fascismo. Abbiamo, però, anche il dovere di ricordare che alcuni italiani persero la libertà, la terra dei propri avi, la vita; dall’Istria, dalla Dalmazia e dalla Venezia - Giulia centinaia di migliaia di nostri connazionali, nostri fratelli, furono costretti a fuggire sull’onda della feroce pulizia etnica delle foibe scatenata dai partigiani jugoslavi del dittatore Tito, con la complicità morale del leader dei comunisti italiani Palmiro Togliatti".

Cirielli non sminuisce la Resistenza ma pungola i partigiani: "Il sacrificio di tanti, militari e civili che, militando nella Resistenza, si batterono con la coalizione “Alleata” dei Paesi democratici, rappresenta il punto fondante della nostra nuova Nazione. Tuttavia, bisogna ribadire “come non ci si debba chiudere in rappresentazioni idilliache e mitiche della Resistenza e, in particolare, del movimento partigiano, come non se ne debbano tacere i limiti e le ombre…”.

Già lo scorso anno il presidente della provincia fu criticato, in particolare da esponenti del centro sinistra e rappresentanti delle associazioni partigiane, accusato di "revisionismo storico". C'è da pensare che ci saranno ferventi polemiche anche quest'anno.

Il testo integrale del manifesto è consultabile sul sito istituzionale dell'ente.

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • Sole, mare e panorami mozzafiato: i Giardini del Fuenti incantano grandi e piccini

  • Traffico di droga tra Piana del Sele e Calabria:15 arresti, sequestrati 12mila euro e due pistole

  • "Nero di m...." rissa su Corso Garibaldi a Salerno: arrivano i carabinieri

  • Curiosità a Salerno, tifosi della Salernitana pescano un grosso calamaro

Torna su
SalernoToday è in caricamento