"Quel candidato puzza di baccalà", caos a Baronissi, Valiante si scusa

Salvatore Luongo, candidato al consiglio comunale di Baronissi per la lista "Centro Destra Baronissi", ha chiesto a Pasquile che ha lanciato accuse di rinunciare alla propria candidatura. Su facebook, le scuse di Gianfranco Valiante. Comunicato di Moscatiello

A destra, Tony Siniscalco con Aurelio Tommasetti

"C'è un candidato che puzza di stoccafisso. Per cinque anni ho sentito puzza di baccalà. Un'altra cosa che dobbiamo fare è pulire il Consiglio Comunale". Dal palco di Baronissi, il candidato al consiglio comunale in una delle liste di Gianfranco Valiante attacca Tony Siniscalco, che reagisce con una dura nota stampa. "Se torna Gianfranco - aveva anche detto chi lo aveva accusato - hanno finito di fare i porci comodi loro. Direi a queste persone di cominciare ad andare a raccogliere i cartoni, perché dopo il 26 maggio torna Gianfranco Valiante e la ricreazione è finita". Attacco anche ai dipendenti comunali.

Lo sdegno


"Le parole pronunciate dal signor Giuseppe Pasquile, durante il comizio a sostegno del candidato sindaco Gianfranco Valiante, sono inaccettabili - dichiara Salvatore Luongo, candidato al consiglio comunale di Baronissi per la lista "Centro Destra Baronissi" con Tony Siniscalco sindaco - soprattutto non possiamo derubricarle a mere chiacchiere politiche o semplici allusioni, perché contengono accuse ben precise su cui è opportuno fare la massima chiarezza. Pertanto invito le sigle sindacali presenti nel Comune di Baronissi a muoversi a tutela di quelle donne e di quegli uomini che ogni giorno, attraverso il loro impegno, garantiscono i servizi essenziali ai cittadini. Siamo portatori di un verbo nuovo, non permettiamo a nessuno di gettare discredito sulle istituzioni e sui dipendenti che ne fanno parte, ligi al codice deontologico che hanno sempre rispettato. Il lavoro è dignità su cui si fonda la nostra democrazia, chi lo offende non può certo ambire a rappresentare i cittadini all'interno delle istituzioni. Pertanto mi unisco al nostro candidato sindaco Tony Siniscalco nella richiesta già rivolta al signor Pasquile di fare un passo indietro rispetto alla sua candidatura a sostegno di Gianfranco Valiante".

Le scuse

Attraverso un post pubblicato sul proprio profilo facebbok, corredato da una foto e dalla scritta I'm sorry, cioè mi dispiace, Gianfranco Valiante si è scusato con il proprio avversario politico. "Non c’è altra logica che l’etica" scriveva il filosofo e politico spagnolo Miguel de Unamun. Ricordo queste parole per prendere le distanze da alcune dichiarazioni di un mio candidato consigliere durante il comizio di Cariti. Abbiamo scelto sin dall'inizio di questa campagna elettorale la strada della sobrietà che appartiene al nostro stile di vita. Lo scivolone - in dispregio di un candidato sindaco avversario - è stato incomprensibile, così come incomprensibile è l'attacco assolutamente infondato ai dipendenti comunali. Chi mi conosce sa bene quanta stima e rispetto ho per ciascuno di essi. Se oggi Baronissi è una città che funziona è anche grazie a loro. Purtroppo le tensioni - effetto degli strumentali e fantasiosi attacchi portatici - e le ansie del voto, giocano a volte brutti scherzi a chi dovrebbe invece dare il buon esempio".

L'indignazione

“Esprimo il mio totale apprezzamento per i funzionari e gli impiegati comunali, dei quali ho constatato, in tanti anni di Governo, la competenza e abnegazione”. Queste le parole del candidato a sindaco Giovanni Moscatiello dopo le frasi offensive di un candidato di una lista di Gianfranco Valiante. “Si è trattato di un attacco irriguardoso e incomprensibile che – sostiene Moscatiello – è sintomo della consapevolezza di una perdita di consensi. Ciò, però, non è assolutamente giustificabile da alcuna motivazione”. Il candidato sindaco Luca Galdi: “Esprimo totale e incondizionata vicinanza ai dipendenti del Comune di Baronissi per il violento e inqualificabile attacco verbale rivoltogli durante un comizio elettorale da un candidato delle liste di Gianfranco Valiante. Il Comune di Baronissi si contraddistingue per la qualità e il valore dei suoi dipendenti, professionisti che sono sempre un passo avanti in termini di procedure e di qualità del lavoro. Le loro capacità progettuali, la disponibilità e l’attaccamento al territorio rappresentano il punto di forza dell’Ente. Se Baronissi oggi è una città con tanti servizi lo si deve anche all’impegno e alla dedizione dei dipendenti con i quali ho sempre avuto un proficuo rapporto di collaborazione che mi ha permesso di apprezzarne le qualità professionali e umane. Da cittadini, prima ancora che da politici, siamo indignati per le offese che questi nostri concittadini hanno dovuto subire. Cancellare l’intervento dalla rete - conclude Galdi - non basta per dimenticare quanto è stato affermato. Personalmente rinnovo l’invito a tutti i candidati a chiudere questa campagna elettorale in maniera civile, confrontandoci esclusivamente sui punti programmatici”.

Potrebbe interessarti

  • Allergia al nichel: i sintomi e gli alimenti da evitare

  • Metrò del mare in Cilento: tutti gli orari

  • Ma come ti vesti... a un matrimonio estivo? Ecco tutti i consigli, dall’abito agli accessori

  • Mare sporco e cattivi odori: l'acqua sporca rovina la domenica ai salernitani

I più letti della settimana

  • Muore a 8 mesi nell'ospedale di Nocera, la famiglia già attenzionata: fissata l'autopsia

  • Incidente tra Salerno e Baronissi, scontro tra auto e moto: muore noto anestesista

  • Allergia al nichel: i sintomi e gli alimenti da evitare

  • Incidente tra Salerno e Baronissi: comunità sotto choc per la morte del dottor Maucione

  • Statale Amalfitana: noto avvocato si lancia giù dal burrone e muore: spunta una lettera

  • Muore a 8 mesi, il racconto choc della madre: "Ecco cosa le faceva mio marito"

Torna su
SalernoToday è in caricamento