Battipaglia, i lavoratori Treofan incontrano i deputati di M5S e Pd: si cerca l'intesa

Resta aperta la vertenza dei cento dipendenti dell'azienda della Piana del Sele che hanno trascorso nello stabilimento la mattina dell'Epifania

L'incontro con la delegazione grillina

Faccia a faccia tra lavoratori e parlamentari del M5S per valutare i possibili sviluppi della vertenza “Treofan” di Battipaglia. I deputati Anna Bilotti e Cosimo Adelizzi hanno incontrato, insieme al consigliere regionale Michele Cammarano, i dipendenti, che hanno trascorso nello stabilimento la mattina dell'Epifania e con i quali i tre esponenti del Movimento 5 Stelle hanno discusso a lungo di quali dovranno essere i prossimi passi per arrivare a uno sbocco positivo della vicenda.

Il commento

E' pronto a fare la sua parte la grillina Bilotti che ha annunciato: "Nei giorni scorsi ho già indirizzato al Ministero dello Sviluppo Economico la richiesta di un incontro  per avere aggiornamenti sullo stato dell'interlocuzione con Jindal e sui tempi di convocazione del nuovo tavolo ufficiale tra le parti, che dovrebbe tenersi prima di fine mese. So che il governo è' impegnato a mettere in campo tutte le iniziative possibili per arrivare a una soluzione, che richiami gli imprenditori a un'assunzione di responsabilità e scongiuri l'attivazione della procedura di licenziamento dei lavoratori. Da parte mia continuerò a monitorare la vicenda in maniera costante, facendo tutto quanto è nelle mie prerogative per la salvaguardia dei posti di lavoro”.

La visita

Nel pomeriggio, invece, è stato il deputato del Pd Piero De Luca (foto in basso) a confrontarsi con i lavoratori: "Dopo la delibera del Consorzio Asi, che ha avviato la revoca della concessione dei terreni della Treofan non utilizzati dalla Jindal, e dopo l'ultimo incontro del 29 ottobre al Ministero, la vertenza Treofan è purtroppo ancora ferma al palo. Mi impegnerò da subito affinché venga convocato un nuovo tavolo di confronto al MISE per discutere del futuro dell’azienda, analizzando concretamente le proposte di reindustrializzazione fin qui pervenute e, nel frattempo, chiederò una proroga di sei mesi della cassa integrazione per dare adeguata tutela e giusto sostegno agli operai. La vicenda Treofan e la battaglia per evitare il licenziamento collettivo della sua forza lavoro hanno assunto un significato simbolico.Continuiamo ad opporci alle inaccettabili speculazioni di alcune Multinazionali che rischiano di produrre una vera e propria desertificazione industriale e occupazionale nel nostro Paese e nel Mezzogiorno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Paura a Battipaglia, rapinato un supermercato: donna ferita

Torna su
SalernoToday è in caricamento