Gambino decade da sindaco di Pagani, tutte le reazioni: Cirielli scrive a Salvini

Il parlamentare Villani (M5S): "La verità è che chi ha sentenze del genere in sospeso non dovrebbe proprio avvicinarsi alle elezioni e a ruoli pubblici prima di aver chiarito la sua posizione, sarebbe una scelta di buon senso"

Si apre il dibattito politico, a Pagani, dopo la decadenza del nuovo sindaco Alberico Gambino stabilita dalla Prefettura di Salerno, a seguito della sentenza sulla incandidabilità relativa al 2014.

Le reazioni

Tra i primi a commentare la notizia è il questore della Camera dei Deputati Edmondo Cirielli che annuncia: “Presenterò un’interrogazione urgente al ministro dell’Interno Matteo Salvini, sollecitando un intervento sul caso. La decadenza del sindaco Gambino, eletto il 9 giugno scorso, è stata decisa sulla base dell’interpretazione di una norma sull’incandidabilità. Interpretazione che non può ledere la volontà popolare, che il 9 giugno si è espressa eleggendo sindaco e consiglio comunale. La candidatura di Gambino era stata accettata dallo stesso Stato che oggi ne dichiara decadenza. Siamo in presenza di un pericoloso vulnus democratico. Gli uffici del Ministero, evidentemente ancora politicamente vicini al Pd, avrebbero dovuto salvare almeno giunta e consiglio, eletti dal popolo, garantendo il principio democratico”.

M5S

Per la parlamentare del M5S Virginia Villani questa vicenda “dimostra quanto sia necessario riformulare l’intero sistema giustizia in Italia. A causa di questo ritardo e della troppa elasticità normativa su certi temi, a Pagani un’intera comunità resterà ostaggio di controversie giudiziarie e burocratiche, mentre le esigenze dei cittadini vengono messe in coda. La verità è che chi ha sentenze del genere in sospeso non dovrebbe proprio avvicinarsi alle elezioni e a ruoli pubblici prima di aver chiarito la sua posizione, sarebbe una scelta di buon senso. Nel frattempo però, questo Governo ha inasprito le pene sulle incandidabilità e anche in questo ambito, stiamo cambiando rotta!   Al Prefetto di Salerno chiederò chiarezza e celerità sull’iter da seguire per fare in modo che a Pagani possa esserci presto un nuovo governo”.

Fiamma Tricolore

Il Movimento Sociale Fiamma Tricolore ed in particolare il referente di Salerno Francesco Mangini, nel dimostrare la sua vicinanza e solidarietà ad Alberico Gambino che ha subito il Commissariamento da neo eletto Sindaco da parte della Prefettura di Salerno per una questione di incandidabilità a lui nota, dopo tale avvicinamento del partito di destra, gli stessi vertici provinciali chiedono chiarimenti e soluzioni. "In provincia di Salerno tutto il Centro Destra  - si legge nella nota - non è stato in grado di rivolgersi alla società civile, infatti solo il trascinamento delle competizioni elettorali nazionali ed europee hanno dato discreti risultati, azzerando quasi totalmente la forza territoriale in provincia di Salerno, a causa dei soliti noti che da anni hanno chiuso il centro destra in un vortice senza uscita. Il Movimento chiede il supporto dell'unica persona che può ricostruire una realtà provinciale di coalizione seria e forte, l'appello viene fatto all'onorevole Edmondo Cirielli, al quale si chiede di aprire un tavolo sopratutto in virtù delle prossime competizioni elettorali a partire dalle regionali". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento