Crisi politica a Scafati, Aliberti lascia: "Dimissioni irrevocabili"

Il numero uno di Palazzo Mayes ammette: "Il consiglio comunale di ieri dimostra che non ho più una maggioranza chiara, capace di dare serenità e forza all'azione di governo"

Aliberti

Pasquale Aliberti prende atto della crisi politica abbattutati su Palazzo Mayer e annuncia il suo passo indietro: “Il consiglio comunale di ieri dimostra che non ho più una maggioranza chiara, capace di dare serenità e forza all'azione di governo. Rimane – afferma il sindaco di Scafati - il lavoro straordinario di questi anni per le opere pubbliche realizzate, i servizi sociali attivati, la cultura e i grandi eventi. Rimane l'affetto grande dei cittadini, delle persone normali che mi hanno sostenuto e incoraggiato, dimostrandomi vicinanza vera nei momenti difficili. È per questo che ritengo giusto portare all'attenzione del prossimo consiglio comunale le mie irrevocabili dimissioni da sindaco. Un lavoro che – conclude Aliberti - ho svolto con cuore e passione senza mai dimostrare di essere attaccato alla poltrona”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Suicidio all'Unisa, il cordoglio di Loia: in arrivo tre psicologi per gli studenti

  • Gelo a Ricigliano, il parroco ai fedeli: "Celebro la messa a casa vostra"

  • Contursi Terme piange Mumù, il sindaco dei cani

Torna su
SalernoToday è in caricamento