Corteo per la libertà di espressione, a Salerno: in piazza Potere al Popolo e studenti

A Salerno anche Potere al Popolo scende in piazza per dimostrare la propria solidarietà all'equipaggio della Sea Watch 3 e dei 12 attivisti indagati durante le recenti contestazioni in città

Foto Fb

"La Lega reprime chi gli si oppone": è quanto denunciato dagli studenti salernitani che sarebbero stati indagati a Salerno per il solo fatto di aver contestato "la passeggiata della legalità" della Lega tenuta a settembre. A denunciare l'episodio, che coinvolgerebbe 12 ragazzi, Link Coordinamento universitario, Unione degli Studenti e Rete della Conoscenza, che hanno indetto per oggi una manifestazione di piazza "per la libertà di espressione" che partirà alle 18.30 da Piazza Cavour, a Salerno.

Parla Alessio Bottalico, coordinatore di Link

"Nella città in cui il rettore dell'Università di Fisciano si candida con la Lega, due studenti della nostra organizzazione hanno ricevuto un avviso di garanzia per aver protestato pacificamente contro le ronde razziste della Lega. Questo provvedimento è l'ennesima rappresaglia contro gli oppositori del Governo. Oggi saremo in piazza per rivendicare libertà di espressione".

L'intervento di Giacomo Cossu, coordinatore di Rete della Conoscenza

"il Ministro Salvini sta attaccando gli oppositori con misure di polizia. Oltre alle indagini verso gli studenti che contano le ronde razziste, da mesi i reparti Digos vietano l'esposizione di striscioni e slogan contro il Governo. È una politica da regime dittatoriale, non tolleriamo questa repressione".

E Giulia Biazzo, coordinatrice di Unione degli Studenti incalza

"Salvini non ci fa paura, continueremo a protestare contro le sue politiche razziste e antidemocratiche. In questi giorni gli effetti dei Decreti sicurezza rischiano di portare all'arresto di Carola della Sea Watch. Con il Governo di Salvini salvare vite è diventato un reato con rischio di 15 anni di carcere. Non staremo a guardare, saremo in piazza in tutta Italia contro questa ingiustizia, con lo slogan 'Not in my name' e un fazzoletto rosso"

A Salerno anche Potere al Popolo scende in piazza per dimostrare la propria solidarietà  all'equipaggio della Sea Watch 3 e dei 12 attivisti indagati durante le recenti contestazioni in città a causa di uno striscione esposto durante un comizio di Matteo Salvini il 6 maggio scorso. "Manifestiamo contro la politica della barbarie imposta dal ministro Salvini - dice Pap Salerno -, vogliamo gridare il nostro dissenso contro il progetto nazista di lasciare morire migliaia di persone in mare, contro gli sgomberi di progetti culturali e spazi sociali, contro l'idea della donna oggetto espressa dalla Legge Pillon e dal Congresso delle Famiglie; contro chi vorrebbe mettere da parte i valori di antifascismo, antirazzismo e antisessismo". Gli attivisti si sono dati appuntamento oggi alle 18,30 in piazza Cavour, nei pressi del palazzo della Provincia, da cui si muoveranno in corteo per attraversare il Lungomare. "I militanti di Potere al Popolo scenderanno in piazza al fianco di chi e' stato ingiustamente indagato per aver contrastato una marcia apertamente xenofoba, sessiste e omofoba - dichiara Gerardo Ragosa, responsabile dipartimento povertà  e immigrazione di Pap Salerno -. Siamo con i 12 indagati, con la comunita' senegalese che ogni giorno subisce discriminazioni e repressione, al fianco degli attivisti dello Centro Popolare Colapesce di Catania sgomberato brutalmente nelle scorse settimane e della capitana della Sea Watch che ha salvato vite disobbedendo una legge ingiusta".


 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento