Crisi politica a Baronissi, Valiante si difende: "Io vado avanti"

Il sindaco rivendica il lavoro svolto in questi anni e prende atto della fuoriuscita dalla maggioranza Pd del gruppo "Idea Comune"

Valiante

Continua la crisi politica al Comune di Baronissi. I gruppi di opposizione insieme ai dissidenti della maggioranza, che da tempo non condividono più il modus operandi del sindaco Gianfranco Valiante, sono pronti a presentare una mozione di sfiducia contro quest’ultimo.

La difesa

Dal canto suo il primo cittadino rivendica il suo lavoro e rilancia: “Prendiamo atto con rammarico della scelta degli esponenti del gruppo consiliare “Idea Comune” di uscire dalla maggioranza di governo della città. Le dichiarate distanze con l’Amministrazione Comunale e le spaccature definite da Idea Comune non appianabili, hanno avuto pratica attuazione nelle ultime due sedute di Consiglio Comunale con posizioni antitetiche al governo della città. L’Amministrazione Comunale e i gruppi che la sostengono (PD – Nuova Primavera) hanno da tempo messo in campo ogni azione utile per ricucire con i consiglieri Cosimato, Notari, De Simone ogni malinteso che Idea Comune dichiara ufficialmente non appianabile”.

Non solo. Valiante prende anche atto che “l’originaria maggioranza al momento non sussiste ma interrompere anticipatamente e a pochi mesi dal voto l’azione amministrativa equivarrebbe a rischio concreto di vanificare i tanti risultati positivi ottenuti in ogni campo dall’Amministrazione. Significherebbe mettere a rischio gli ingenti investimenti che sono in arrivo a Baronissi per la realizzazione di fondamentali opere pubbliche. Significherebbe tradire la città”. La maggioranza a guida Pd “chiederemo dunque alla responsabilità di ciascun gruppo consiliare e di ciascun Consigliere di condividere e sostenere col proprio voto i provvedimenti che consentano all’Amministrazione vita e certezze fino alla naturale scadenza della consiliatura. Continueremo nei prossimi mesi la nostra azione incessante che ha portato la città a crescere e a diventare punto di riferimento per l’intera provincia di Salerno. Spenderemo ogni energia esclusivamente per il bene della città” conclusione il sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

  • Caso sospetto di Coronavirus a Ravello, isolato autista: chiuso il pronto soccorso

  • Coronavirus in Campania, De Luca scrive ai presidi: "Annullare le gite"

  • Coronavirus, capaccese torna da Piacenza e non si sente bene: esito negativo al test

Torna su
SalernoToday è in caricamento