M5S, De Luca torna all'attacco: "Grillo? E' un asino geniale"

Il governatore prende di mira il fondatore del Movimento Cinque Stelle. Ma, inevitabilmente, cita anche Di Maio: "Facevano i puri, ma lui vive in 150metri quadri abusivi condonati pere 3mila euro"

De Luca

Vincenzo De Luca torna ad attaccare il Movimento Cinque Stelle. Questa volta, nel mirino, non è finito, come consuetudine, il vice premier Luigi Di Maio, bensì proprio il fondatore del movimento, il comico genovese Beppe Grillo.

La stoccata

Il governatore della Campania, dai microfoni di Liratv, ironizza: “In Italia abbiamo l’asino geniale: Beppe Grillo”. E incalza: “Nel suo campo, come comico, è geniale, pungente, trasgressivo, irridente, ci ha fatto divertire, ma è un somaro perché ha diffuso, per dieci anni, la cultura della violenza verbale, diventata anche fisica. Gli atteggiamenti di squadrismo presenti in alcuni Cinque stelle sono impressionanti”. Poi lancia stoccate più di carattere politico facendo un riferimento anche al vice premier Di Maio: “Ha trascorso 10 anni a sputare su interlocutori, a prendere il giro il mondo, a diffondere l’idea che la purezza è dei 5 stelle e tutto il resto non era noia, ma corruzione e degenerazione. Poi, però, apprendiamo che il loro capo politico vive in 150metri quadri abusivi condonati pere 3mila euro. È un somaro perché ha diffuso l’idea che uno vale uno; se qualcuno mi chiede se voglio dirigere una centrale nucleare, io rispondo di no, perché non sono capace, non ne ho le competenze”.

Per l’ex sindaco di Salerno i grillini hanno diffuso “l’idea, a vantaggio di un capo somaro, che potessero fare tutto”. Ma ricorda: “Lo aveva già detto Lenin in altri tempi e già allora era una bestialità, ora lo hanno ripreso loro, questi geni della politica, e hanno convinto che governare uno Stato e padroneggiare una macchina amministrativa infernale sia cosa alla portata di tutti”. Infine ritorna su Grillo: “In una sua ultima performance, si è presentato mascherato dicendo di non aver capito niente di quello che oggi fa la politica in Italia. Avrebbe dovuto dire che non capisce niente di quello che fanno i Cinque stelle. Doveva arrivare a 70 anni per capire che non si sarebbe capito niente? – conclude De Luca – Questa è l’Italia, ma passerà questa fase di narcotizzazione che ha vissuto il Paese”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Docente in difficoltà sbeffeggiata dagli alunni, un genitore alla nostra redazione: "Ha fatto tutto da sola"

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Salerno, morte di Antonio Junior De Sarlo: chiesto il processo per l'amico

Torna su
SalernoToday è in caricamento