Dopo la pioggia dell'assalto, l'arcobaleno dei diritti: FGS Campania vicino ad Arcigay

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

I diritti sono indistruttibili. Più forti di una fenice, obbligata a morire per dimostrare di poter rinascere dalle proprie ceneri e dare ulteriore slancio alla propria figura, più forti del terreno che resiste alla pioggia solo per potersi far fotografare sotto uno splendido arcobaleno. Proprio per questo l’atto ignobile che si è registrato ai danni della sede Arcigay di Salerno non può essere altro che un vero e proprio segnale per far sì che una sede importante come quella situata in pieno centro storico possa risplendere nuovamente di luce propria.

Garantire l’esecuzione pratica del proprio diritto a esprimere le proprie idee è la base della democrazia, soprattutto in un periodo storico che vede la nostra società sempre più affollata da migranti pericolosissimi che “per fortuna” muoiono in mare – grazie al ministro Salvini, a proposito, per il grandissimo risultato raggiunto finora – evitando quindi di affollare il nostro territorio. Per fortuna gli amici dell’Arcigay hanno ben chiara la situazione: l’anno scorso, mentre si organizzava il Pride a Salerno, abbiamo dovuto assistere ai capricci di alcuni membri di Forza Nuova che hanno voluto riempire i muri del Lungomare con le loro idee. Quest’anno, in risposta a questo attacco che non ha firma ma contiene un messaggio ben chiaro, il presidente dell’Arcigay ha voluto rilanciare l’organizzazione del Pride in città. 

Perché gli arcobaleni, per quanto visibili, non puoi toccarli né distruggerli. Vengono fuori automaticamente, dopo la pioggia, pronti a risplendere a prescindere dalla quantità di pioggia venuta giù dal cielo. Purtroppo ha piovuto tanto, in questo caso, ma per fortuna i colori dell’arcobaleno dei diritti a Salerno risplendono ancora di più: siamo vicini e disponibili a qualsiasi iniziativa da realizzare per far sì che i diritti siano sempre rispettati. Non ce ne sarà bisogno, ma noi giovani porteremo anche i colori con noi: magari quell’arcobaleno, già splendente, potrà essere certo di essere rinvigorito ulteriormente anche con il contributo di chi, come noi, ha da sempre a cuore le battaglie che nel 2019 è ancora necessario fare per legittimare i diritti di tanti a discapito dei capricci di pochi. 

Presidente Regionale FGS Campania con delega ai diritti civili della FGS nazionale
 

Torna su
SalernoToday è in caricamento