Droga nel centro di accoglienza di Palinuro, la Lega scrive al Prefetto: "Va chiuso"

Riesplode la polemica politica sulla struttura situata nella località turistica del Cilento. In campo il partito di Salvini e quello della Meloni

Dopo la notizia di presunti giri di droga e prostituzione presso un centro di accoglienza di Palinuroil coordinamento cittadino “Lega-Salvini Premier” ha inoltrato una richiesta al sindaco di Centola, e per conoscenza al Prefetto di Salerno, affinché si provveda all'immediata chiusura della struttura, attraverso l’adozione di “un' ordinanza contingibile ed urgente ex art. 54 D. Lgs. n. 267/2000, per porre fine ai numerosi episodi di spaccio e agli altri illeciti penali perpetrati a danno della comunità locale, nonché per scongiurare ulteriori e più gravi pericoli alla sicurezza urbana e all'ordine pubblico”. Sulla questione era intervenuto anche il senatore di Fratelli d’Italia Antonio Iannone.

Il caso

Alcuni ospiti del centro di accoglienza hanno scattato dei selfie per postarli sui social, mostrando alcune dosi di droga, soldi e champagne. Gli stranieri avrebbero diffuso immagini di composizioni di marijuana per beffeggiare le forze dell’ordine, con su scritto “I love weed”. Non migliore, le condizioni di alcune giovani africane che si prostituirebbero per poche decine di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Pioggia e vento, nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Angri, investito da un treno mentre raggiunge il binario: grave studente

  • Incidente sulla Cilentana, muore Francesco Farro: donati gli organi

  • Incidente in litoranea ad Eboli, auto investe una donna: è morta

  • Travolta da un bus mentre attraversa la strada a Milano: grave maestra salernitana

Torna su
SalernoToday è in caricamento